Sorpresi sulla porta di casa da banda armata di pistola, marito e moglie picchiati e rapinati

I cinque malviventi si sono dileguati con soldi, un Rolex e delle armi regolarmente detenute dal proprietario della villa presa di mira a Pavona

Paura in villa dove marito e moglie sono stati picchiati e derubati da una banda armata. I fatti la notte fra sabato e domenica in un'abitazione di Pavona, ai Castelli Romani. 

Gli attimi di terrore sono stati vissuti dalla coppia mentre i due stavano rientrando nella loro villa dopo aver passato il sabato sera fuori casa. Sorpresi dalla banda, cinque persone con i volti travisati ed armati di pistola, marito e moglie sono stati minacciati e costretti a far entrare i rapinatori in casa.

Una volta dentro la villa del Comune di Albano Laziale la banda ha aggredito il marito, un 56enne titolare di alcune autoconcessionarie. Picchiato l'uomo è stato costretto a consegnare loro un Rolex, circa 10mila euro in contante e delle armi, regolarmente detenute dal proprietario di casa. Oltre a ciò la banda ha inoltre rubato le chiavi di un armadietto blindato con dentro le registrazioni dell'impianto di videosorveglianza della villa. 

Fuggiti i cinque della banda, marito e moglie hanno quindi allertato le forze dell'ordine. Ad avere la peggio l'uomo, costretto alle cure medcihe per delle contusioni dovute all'aggressione. Ascoltati dagli investigatori del commissariato di Albano Laziale marito e moglie hanno riferito che la banda aveva un accento dell'est Europa. I malviventi sono attivamente ricercati dalla polizia. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento