Villa Gordiani: rapina a mano armata al supermercato Tuodì

Il colpo messo a segno da due rapinatori in via Monte Forte Irpino. I malviventi sono poi stati rintracciati ed arrestati dalla polizia

Il supermercato Tuodì di Villa Gordiani (foto google)

Rapina al supermercato di Villa Gordiani dove la polizia ha arrestato due malviventi. Tra i due rapinatori un romano di 46 anni, che dopo aver avuto una furiosa lite con la sorella è uscito di casa armato di pistola ed ha poi messo a segno il colpo con un complice al Tuodì di via Monte Forte Irpino. I fatti hanno preso corpo dapprima all'Alessandrino quando l’intervento delle volanti è stato necessario a seguito di una segnalazione per una violenta lite familiare; a chiedere aiuto una donna che ha riferito ai poliziotti intervenuti che suo fratello, dopo averla minacciata e aggredita, era andato via di casa armato di una pistola. 

Rapina al Tuodì di Villa Gordiani 

In quei momenti via radio, è arrivata una nota dalla sala operativa della Questura, di una rapina appena avvenuta ai danni del supermercato Tuodì di via Monte Forte Irpino. Dalle descrizioni fornite dai dipendenti dell’esercizio commerciale, uno dei due malviventi, armato di una pistola, corrispondeva proprio al fratello della donna vittima dell’aggressione.

Caccia ai rapinatori 

Immediata la “battuta” di tutta la zona da parte degli uomini del reparto volanti, che insieme agli investigatori del commissariato Prenestino hanno rintracciato entrambi i rapinatori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rapinatori in manette 

Il primo a bordo di un’autovettura dopo un breve inseguimento, mentre il secondo – quello armato e fratello della donna – in una via limitrofa mentre stava cercando di disfarsi dell’arma nascondendola dietro un cespuglio, poi verificato essere una replica di un revolver. I due, di 46 e 66 anni, entrambi romani, dopo essere stati accompagnati negli uffici di polizia, sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso; per il 46enne anche una denuncia per minacce aggravate nei confronti della sorella.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento