rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Montespaccato / Via Enrico Bondi

Rapina a mano armata al Todis: aggrediscono direttore e derubano un cliente

I tre, due uomini e una donna, arrestati in flagranza di reato dalla polizia

Una donna alla guida dell'auto pronta alla fuga e i due rapinatori all'interno del supermercato. Così tre malviventi hanno provato a mettere a segno una rapina al Todis di Montespaccato. Fermati in flagranza di reato sono stati arrestati dalla polizia.

Sono stati gli agenti del XIII distretto Aurelio a fermare due uomini e una donna di 35, 30 e 30 anni, poiché gravemente indiziati, in concorso fra loro, del reato di rapina aggravata.

I poliziotti, nell’ambito di una vasta indagine per una serie di rapine ai supermercati avvenute in zona, hanno messo in atto un servizio di appostamento e pedinamento, seguendo 2 “sospetti” in tutti i loro spostamenti. Proprio durante uno di questi servizi li hanno visti arrivare sotto casa di una coetanea con una macchina e, dopo averla fatta salire a bordo, hanno iniziato a muoversi facendo varie soste in diversi supermercati di zona ignari di essere seguiti dai poliziotti. 

Rapina supermercato Montespaccato

L’auto, poco prima dell’orario di chiusura serale, si è fermata davanti a un discount in via Enrico Bondi; i 2 uomini, entrambi con il volto coperto e armati rispettivamente di un coltello e di una pistola, sono scesi mentre la donna aspettava all’esterno con il motore acceso. I 2, una volta dentro l’esercizio commerciale, hanno intimato ai presenti di non muoversi, colpendo con il calcio della pistola la nuca del direttore. L’uomo armato di coltello ha strappato dal collo di un cliente una catenina in oro e poi si sono fatti consegnare i soldi dalla cassiera, circa 600 euro. 

A quel punto i poliziotti hanno fatto irruzione all’interno del supermercato disarmando e bloccando i 2 uomini armati. Quella che sembrava essere una pistola era in realtà un’arma con spray urticante. Nel frangente la donna in macchina è stata bloccata da altri agenti. Alla fine degli accertamenti la catenina d’oro e i soldi rapinati sono stati riconsegnati agli aventi diritto, le armi e l’autovettura sono state sequestrate e le tre persone sono state arrestate perché gravemente indiziate, in concorso fra loro, di rapina aggravata.

La procura di Roma ha chiesto ed ottenuto dal giudice per le indagini preliminari la convalida della misura pre-cautelare adottata dalla polizia giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a mano armata al Todis: aggrediscono direttore e derubano un cliente

RomaToday è in caricamento