San Filippo Neri: attirano anziano con la promessa di fare sesso, poi lo rapinano

La vittima ha seguito l'adescatrice in una zona appartata vicino al nosocomio di via Trionfale ma invece di un rapporto ha trovato la complice che lo ha derubato

"Se vieni con me facciamo del sesso". Questa la 'allettante' proposta che una donna ha fatto ad un uomo anziano incrociato all'uscita dell'ospedale San Filippo Neri. Ad adescare la vittima una giovane cittadina romena che ha attirato la sua 'preda' in una zona appartata nei pressi di via Trionfale con la promessa di consumare un rapporto sessuale.

COMPLICE IN ATTESA - Seguita la donna nel luogo indicato dalla stessa, la vittima ha però trovato la sua complice, connazionale dell'adescatrice, che ha aiutato quest'ultima a derubare l’uomo di alcuni gioielli. Poi la fuga con le due malviventi che si sono allontanate lasciando l'uomo distesa a terra in un campo.

ALLERTA AL NIPOTE - L’anziano è però riuscito ad avvertire la nipote al telefono, che si trovava poco distante. La ragazza è stata notata da una pattuglia del commissariato Borgo, in transito in quel momento, poiché era molto agitata, cosicché gli agenti si sono immediatamente messi in cerca dell’uomo.

MINORENNE - Poco dopo i poliziotti, con l’aiuto di altri colleghi, hanno rintracciato sia la vittima che le responsabili. Queste ultime, di cui una minorenne, sono state arrestate per rapina e lesioni.

CONTROLLI IN PERIFERIA - Gli arresti sono arrivati nell'ambito dei controlli della Questura di Roma che hanno rafforzato la loro presenza nelle zone periferiche della città. Qualche ora prima gli agenti hanno arrestato un cittadino straniero di 26 anni per tentata rapina aggravata, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

AGGRESSIONE IN VIA GIOLITTI - In particolare gli agenti sono stati attirati da una colluttazione in pieno giorno verificatasi in via Giolitti, all'Esquilino. Un uomo ubriaco, non nuovo a tali comportamenti, ha avvicinato un passante brandendo un collo di bottiglia rotto per impossessarsi della borsa che portava a tracolla. La vittima ha, però, opposto resistenza e i due hanno finito per azzuffarsi; ci è voluto l’intervento della pattuglia del commissariato Viminale e di personale della Polfer di Termini per separarli e arrestare l’aggressore, un 26enne della Nuova Guinea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento