rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Castro Pretorio / Via Sicilia

Rapina a mano armata alle Poste: la cassaforte è chiusa e il bandito scappa con soli 400 euro

Il bandito all'opera alle Poste di via Sicilia. Minacciati dipendente e direttore

Un caparbio rapinatore. Paura ma nessun ferito alle poste di Porta Pia, al Nomentano, dove è stata messa a segno una rapina a mano armata. È accaduto intorno alle 13:35 quando l'ufficio di via Sicilia stava chiudendo. All'interno non c'erano clienti. Sul posto sono intervenute le volanti e gli agenti dei commissariati Salario e Castro Pretorio. 

Secondo quanto riferito dai dipendenti un uomo - con il volto coperto da una mascherina e dal casco - armato di pistola ha minacciato una dipendente facendola sedere e chiedendole di consegnare l'incasso.

La donna ha riferito che nella cassa, visto l'orario di chiusura, non c'erano soldi e quindi il rapinatore si è rivolto contro il direttore e, sempre sotto minaccia di una pistola, si è fatto portare al caveau. Nel frattempo una dipendente ha chiamato il 112. 

Il rapinatore si è reso conto che anche la cassaforte non poteva essere aperta, forse perché temporizzata, e a quel punto si è fatto dare degli attrezzi con cui ha forzato le casse agli sportelli da cui ha preso un bottino di 400 euro. L'uomo è poi fuggito a bordo di uno scooter. Nel frattempo sul posto è arrivata la polizia che sta svolgendo le indagini per risalire al responsabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a mano armata alle Poste: la cassaforte è chiusa e il bandito scappa con soli 400 euro

RomaToday è in caricamento