Bottigliate all'operatore open bus per rapinarlo, fermato 16enne

L'aggressione in piazza dei Cinquecento nei confronti di un 30enne. Il baby rapinatore bloccato dai carabinieri nell'ambito dei controlli predisposti alla stazione Termini

Proseguono senza sosta i controlli dei Carabinieri nell’area della stazione Termini. I militari, per tutta la giornata del 13 giugno hanno messo in atto una serie di servizi preventivi, con l’impiego di personale in abiti civili e in divisa, che hanno interessato, oltre piazza dei Cinquecento, dove quotidianamente è impiegata la Stazione Mobile dei Carabinieri, tutto il reticolo di strade che circondano il principale scalo ferroviario della Capitale. Il bilancio è di 1 persona arrestata e altre 14 denunciate a piede libero.

AGGRESSIONE A BOTTIGLIATE - In particolare, i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini, in servizio di Stazione Mobile in piazza dei Cinquecento, hanno arrestato un cittadino egiziano di 16 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di rapina. Il giovane ha aggredito a colpi di bottiglia un operatore open bus turistici, un 30enne cittadino del Bangladesh, in sosta proprio in piazza dei Cinquecento, rapinandolo del borsello contenente 200 euro in contanti e ticket bus per un valore complessivo di 400 euro.

AUTISTA IN OSPEDALE - Il giovane rapinatore è stato bloccato e arrestato dai militari mentre la vittima, accompagnata presso l’ospedale San Giovanni Addolorata, nell’aggressione ha riportato ferite giudicate guaribili in 8 giorni. Il 16enne è stato portato nel Cento di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CONTROLLI A TERMINI - Altre 14 persone, invece, sono state notate e identificate dai Carabinieri mentre chiedevano con insistenza l’elemosina ai passeggeri in transito all’interno della stazione ferroviaria, nei pressi delle biglietterie automatiche e sulle banchine dei binari. Si tratta di cittadini romeni di età compresa tra i 22 e i 42 anni, tutte donne tranne un uomo, domiciliati a Latina, risultati inottemperanti al foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Roma. Nei loro confronti sono scattate le denunce a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento