Rapinatori armati di pistola colpiscono alla testa negoziante che prova a disarmarli

I due sono stati individuati ed arrestati al termine di una complessa indagine dei carabinieri di Pomezia

La rapina al negozio di oggetti usati a Pomezia

Due rapinatori violenti scappati a mani vuote dopo aver ferito il titolare del negozio che aveva provato a disarmarli della pistola. Sono stasti i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Pomezia, al termine di una complessa attività investigativa ad arrestato due cittadini italiani, di 45 e 54 anni, con precedenti, con l’accusa di rapina aggravata e lesioni personali aggravate.

I due, nel maggio dello scorso anno, si erano introdotti presso un negozio che si occupa di rivendita di oggetti usati, situato nel centro di Pomezia, e col volto travisato ed impugnando una pistola, avevano minacciato i dipendenti per farsi consegnare l’incasso.

Nella circostanza il titolare dell’esercizio, nel tentativo di disarmare i due malviventi, ingaggiava con questi una colluttazione e veniva colpito alla testa con il calcio della pistola.

VIDEO | La rapina a Pomezia 

I due rapinatori, senza riuscire ad asportare nulla, si davano quindi a precipitosa fuga dopo aver indirizzato l’arma verso il titolare a scopo intimidatorio.

Le attività di indagine, attraverso l’analisi di diversi filmati di sistemi di video sorveglianza presenti nella zona unitamente alle attività forensi svolte in fase di sopralluogo e di successiva comparazione biologica dei reperti svolta dal Ris di Roma, hanno consentito di individuare ed assicurare alla giustizia i due responsabili.

Per loro, infatti, sono scattate le manette a seguito di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Velletri – Ufficio G.I.P., su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli arrestati sono stati quindi condotti presso la casa circondariale di Velletri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Tragedia a Roma: trovato nella sua auto il corpo senza vita di Rocco Panetta

Torna su
RomaToday è in caricamento