Armato di pistola mette a segno una rapina: tradito da un tatuaggio sul collo

All'uomo è stata notificata la custodia cautelare in carcere. Il colpo in un'attività commerciale di Anzio

A tradire le sue “gesta” un tatuaggio alla base del collo che lo ha reso facilmente riconoscibile. Un particolare di non poco conto che ha aiutato gli agenti del commissariato di Anzio a identificare l’autore di una rapina avvenuta durante lo scorso mese di giugno nella nota località balneare ai danni di un'attività commerciale. 

Scappa con un bottino di 650 euro

Armato di pistola, l’uomo si era introdotto all’interno di un esercizio commerciale di Anzio mentre un complice lo attendeva fuori dal negozio. Il rapinatore, un cittadino italiano di 36 anni originario di Velletri, aveva messo a segno un colpo da 650 euro circa. Le indagini immediatamente avviate dagli investigatori del commissariato di zona hanno permesso di individuare il responsabile grazie ad un tatuaggio alla base del collo e alla targa dell’auto utilizzata per commettere il reato.

L'ordinanza è stata eseguita dagli agenti del commissariato di Anzio 

L’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti è stata eseguita nella mattina di sabato dagli agenti del commissariato di Anzio, diretto da Adele Picariello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento