Si fingevano poliziotti per rapinare passanti: due arresti alla Romanina

Tre rapine in pochi giorni: usavano sempre lo stesso modus operandi

Usavano sempre lo stesso modus operandi per mettere a segno le rapine e proprio questo particolare è stato il tassello mancante che ha completato il puzzle e ha consentito alla polizia di intervenire. Tre rapine in pochi giorni: questo il bilancio della coppia di rapinatori che ha agito nella zona della Romanina.

Fingevano di appartenere alle forze dell'ordine per rapinare passanti

I due malviventi si fingevano appartenenti alle forze dell’ordine, bloccavano i passanti e li derubavano di telefoni cellulari e portafogli. Per commettere i reati, i due uomini utilizzavano una Fiat 600 di colore celeste: l’auto infatti è stata usata in due delle tre rapine messe a segno in pochi giorni. Gli agenti del commissariato Romanina si sono messi sulle tracce dell’auto e hanno scoperto che veniva utilizzata dai membri di una famiglia della zona già nota alle forze dell’ordine. 

I controlli nella villa della nota famiglia di zona

Immediatamente sono scattati i controlli in una delle ville della nota famiglia della zona Romanina da parte degli agenti del commissariato Romanina diretti da Laura Petroni: non appena sono giunti gli uomini della polizia di Stato uno dei possibili e presunti autori delle rapine ha tentato di fuggire. Gli agenti lo hanno bloccato e portato in commissariato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I familiari hanno chiesto la liberazione del parente

La famiglia del 36enne si è recata presso i cortili del commissariato Romanina per chiedere la scarcerazione dell’uomo a gran voce. Tra la folla, però, gli agenti hanno individuato l’altro rapinatore grazie alle descrizioni fornite dalle vittime. I successivi accertamenti hanno poi confermato i sospetti degli investigatori ed il 36enne ha consegnato spontaneamente lo smartphone provento di una delle rapine.  I 2 sono stati sottoposti a fermo di Polizia Giudiziaria: il maggiorenne è stato accompagnato a Regina Coeli mentre il minorenne è stato consegnato agli operatori di via Virginia Agnelli.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento