Boccea, rapinano farmacia ma nella fuga perdono i documenti: arrestati

E' successo in via Baldo degli Ubaldi. Il rapinatore, dopo il colpo, ha raggiunto il complice ma nella concitazione ha perso i documenti dello scooter. Per la Polizia è stato facie risalire ai due malviventi

Un ladro imbranato, una rapina andata male e due arresti. E' quanto successo, dopo le 8 del mattino, in via Baldo degli Ubaldi nel quartiere Boccea. Una fuga, impacciata, che è costata l'arresto a due 32enni romani.

LA RAPINA - Di prima mattina i due ladri sono arrivati a bordo di uno scooter, travisati con occhiali da sole e casco. Hanno parcheggiato il mezzo davanti l'entrata della farmacia e mentre uno dei due ha fatto da palo, l'altro è entrato nel negozio armato di un grosso martello.

Dopo aver minacciato i presenti, ha asportato l'intero incasso. Quando ha cercato di aprire la porta blindata per uscire, questa non si è aperta e così gli ha sferrato contro un energico pugno riuscendo a sbloccarla. 

LA GOFFA FUGA - Raggiunto l'altro malvivente, è salito sullo scooter urtando il bauletto posteriore del motoveicolo, contenente i documenti, caduto poi durante la fuga. Sul posto, sono intervenuti immediatamente gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti e del commissariato Primavalle, che hanno acquisito le prime informazioni utili al rintraccio dei due rapinatori.

IL PROPRIETARIO DELLO SCOOTER - Le indagini sono partite proprio dall'esame dei documenti custoditi all'interno del bauletto che hanno permesso di identificare il proprietario del mezzo. L'uomo, estraneo ai fatti ha raccontato di aver prestato il proprio scooter ad un suo amico di infanzia fornendo ai poliziotti il suo nominativo.

PRESO IL PRIMO LADRO - Rintracciato dagli investigatoti poco più tardi, il romano di 32 anni, è stato bloccato proprio mentre si accingeva a riconsegnare lo scooter al suo amico. Indossava ancora gli indumenti utilizzati per commettere la rapina. Malgrado la sua reticenza nell'indicare l'identità del suo complice, i poliziotti grazie ad ulteriori testimonianze, sono riusciti ad identificarlo.

IL COMPLICE - Quando gli agenti della Polizia di Stato si sono presentati presso la sua abitazione, il ladro pluripregiudicato, anche lui di 32 anni e sorvegliato speciale della Polizia, ha fatto finta di non essere in casa.

Con una escamotage i poliziotti, tuttvaia, sono riusciti a farsi aprire la porta. L'uomo presentava la mano visibilmente ferita a causa del pugno sferrato contro la porta blindata della farmacia durante la rapina.

Quando ha visto gli agenti, ha reagito con violenza avventandosi contro di loro. Bloccato, è stato condotto presso gli uffici di Polizia. Arrestati entrambi per rapina aggravata, il secondo malvivente dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale e violazione degli obblighi della sorveglianza speciale.

CLICCA CONTINUA PER VEDERE IL VIDEO DELLA RAPINA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

Torna su
RomaToday è in caricamento