Arrestato per una rapina al Burger King, in tv si atteggiava a superbandito di Tor Bella Monaca

Il giovane, un 26enne, apparso in tv e intervistato dalla trasmissione Rai 'Nemo - Nessuno escluso' con in braccio un fucile, lo scorso dicembre aveva rapinato un Burger King a Genzano

Ad ottobre in tv, poi la rapina a dicembre e infine l'arresto. Tutto in pochi mesi. Protagonista della vicenda un 26enne romeno che è stato arrestato, al termine di una complessa attività d'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Velletri, dai Carabinieri della Stazione di Genzano di Roma e gli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Albano Laziale. 

Il giovane era apparso in tv in Rai, durante la trasmissione 'Nemo - Nessuno Escluso'. Bandana a coprire il viso, poi tolta davanti le telecamere, una maglietta di Gta e un'arma da guerra. Un fucile d'assalto M16, già in dotazione alle forze armate U.S.A., illegalmente detenuta: "Costa 4-5 mila euro. Me l'ha data uno che aveva con me un buffo per un chilo d'erba", disse davanti alle telecamere il 26enne intervistato a Tor Bella Monaca. 

Un "superbandido" come si era autodefinito, arrestato per una rapina al Burger King. Il colpo era avvenuto lo scorso dicembre, in via Riccardo Lombardi a Genzano. I fotogrammi del sistema di videosorveglianza ne hanno descritto la figura: un uomo di corporatura esile, travisato in volto con un passamontagna raffigurante un teschio, armato di pistola a tamburo cromata.

>>> QUI IL VIDEO DEL BLITZ <<<

Da lì sono quindi partite le indagini di Carabinieri e Polizia di Stato. Durante una perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti alcuni capi di abbigliamento ed accessori, compatibili con quanto ripreso dalle telecamere dell'esercizio commerciale, ma soprattutto una mascherina coprivolto in neoprene di colore nero con disegni bianchi raffiguranti un teschio.

I successivi accertamenti, anche mediante l'analisi di alcuni video presenti nella rete raffiguranti il sospettato, hanno evidenziato quando serviva alle forze dell'ordine. Gli elementi acquisiti, pienamente condivisi dall'Autorità Giudiziaria veliterna, hanno così consentito la misura di custodia cautelare in carcere nei confronti del 26enne, già noto alle forze dell'ordine. L'arrestato al momento si trova presso la casa circondariale di Velletri, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria veliterna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento