Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Finocchio / Via Casilina, 1805

Rapina a Finocchio: minaccia cassiera del bar Vitti armato di coltello, arrestato

Il tentativo da parte di un 36enne nell'esercizio commerciale di via Casilina. L'uomo è stato disarmato e bloccato dalla polizia

Il Bar Vitti di via Casilina (foto Google)

Le ha mostrato un grosso coltello per farsi consegnare i soldi contenuti nel registratore di cassa. A vedersela brutta la cassiera del Bar Vitti a Finocchio. Il rapinatore, un 36enne romano, è stato poi disarmato e bloccato dagli agenti di polizia prima che riuscisse a mettere a segno il colpo. 

RAPINA AL BAR VITTI - Sono stati due agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti ad intervenire riuscendo a sventare la rapina. Teatro dell’episodio il bar Vitti posto al civico 1805 della via Casilina.  E’ quasi mezzogiorno di ieri 18 ottobre quando la segnalazione di un tentativo di rapina viene diramata alle pattuglie; molto vicina al bar è una volante che in brevissimo tempo è sul posto.

MINACCE ALLA CASSIERA - I due poliziotti, dall’esterno dell’esercizio commerciale, notano chiaramente l’uomo che con un grosso coltello stava minacciando la cassiera. Data la situazione critica, gli agenti decidono per l’intervento; uno di loro si avvicina frontalmente al malvivente, mentre l’altro poliziotto si defila senza farsi vedere. Dopo un primo tentativo di mediazione - fallito a causa dell’atteggiamento reticente e aggressivo dell’uomo - i due poliziotti hanno temporeggiato qualche attimo per poi, con una manovra repentina, riuscire a bloccarlo e disarmarlo.

CASSIERA SPAVENTANTA - Per la cassiera, incolume ma molto spaventata per l’accaduto, è stato necessario l’intervento medico. Per l’uomo invece, identificato per un romano di 36 anni, sono scattate le manette.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a Finocchio: minaccia cassiera del bar Vitti armato di coltello, arrestato

RomaToday è in caricamento