menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazza dei Consoli (foto google)

Piazza dei Consoli (foto google)

Rapina in banca: armati di pistola rubano 4mila euro ad un cliente, fermato uno dei banditi. In fuga il complice

L'intervento della polizia alla Monte Paschi Siena nel quartiere Don Bosco

Hanno gelato il sangue di clienti e dipendenti che si trovavano in banca. Volti travisati e pistole in pugno i due banditi sono entrati alla Monte Paschi di Siena e dopo aver minacciato i presenti impugnando l'arma hanno rapinato un cliente in attesa di depositare il denaro all'istituto di credito. A mettere i bastoni fra le ruote ai due malviventi la polizia, che ha poi fermato uno dei due, un 64enne di origini campane. 

La rapina intorno alle 9:00 di stamattina, mercoledì 10 marzo, alla filiale della Monte Paschi Siena che si trova in piazza dei Consoli, al Don Bosco. In particolare uno dei due banditi ha minacciato il direttore con una pistola in pugno, approfittando per entrare insieme ad un suo complice proprio del momento in cui l’uomo si accingeva ad aprire l’istituto bancario.

Poi sempre dietro minaccia della pistola l’ha costretto a disattivare l’allarme volumetrico, ma contemporaneamente è riuscito ad attivare il ritardo per l’aperura della cassaforte principale di circa 30 minuti. 

Arrivata la segnalazione della rapina in corso dal servizio di telesorveglianza della banca alla sala operativa della Questura di Roma le pattuglie della Sezione Volanti e del commissariato Tuscolano, per bloccare possibili vie di fuga, sono arrivate rispettivamente l’una da via dell’Aereoporto e l’altra ha posteggiato la vettura tra via Ponzio Comino e Piazza di Consoli.

Da qui gli agenti hanno proseguito a piedi utilizzando la copertura delle auto in sosta. Ed è in questo momento che la pattuglia del commissariato Tuscolano ha bloccato uno dei due rapinatori proprio mentre usciva dalla banca con cappello e parrucca calzata.

Assicurato uno dei responsabili, i poliziotti si sono immediatamente catapultati all’interno dell’istituo per sincerarsi delle condizioni di salute delle persone coinvolte. Verificato che nessuno era rimasto ferito i poliziotti hanno potuto ricostruire le ulteriori fasi della rapina. Dopo l’ingresso del direttore e dei i rapinatori sono sopraggiunti altri tre colleghi e due clienti. Uno dei due clienti è stato rapinato della somma di 4.000 euro e poi altri 400 euro sono stati asportati dalle casse della banca, per non aspettare i 30 minuti.

Le cinque persone sono poi state portate nella sala riunione e ai loro polsi sono state apposte delle fascette in plastica e tolti i cellulari. Poi la fuga dei due rapinatori, di cui uno è riuscito a scappare mentre l’altro è stato fermato dalla polizia.

Nel corso della perquisizione della borsa che il 64enne aveva con sé, i poliziotti hanno trovato e sequestrato una pistola Beretta calibro 7,65 con 3 proiettili e un caricatore. Nello scooter utilizzato dai due malviventi per arrivare sul posto, risultato da accertamenti successivi provento furto, i poliziotti hanno sequestrato 11 fascette autobloccanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento