rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Via Tuscolana

Liquido giallo sulla camicia di un anziano per distrarlo e derubarlo dopo aver prelevato denaro in banca

La banda ha messo nel mirino un 90enne uscito da un istituto bancario della via Tuscolana

Un modus operandi collaudato. Una banda di sciacalli urbani a caccia di anziani da raggirare e derubare. Nel mirino dei quattro un anziano, adocchiato all'interno di una banca in zona Appio Latino. Uscito dall'istituto di credito i quattro ladri hanno attuato un copione già assodato, ma la reazione della vittima - un 90enne - ha mandato all'aria i loro piani.

Sono stati gli agenti della squadra mobile e del commissariato Appio di polizia, transitando sulla via Tuscolana, a notare tre uomini e una donna di origini sudamericane confabulare tra loro nei pressi di un istituto bancario ed entrare subito dopo al suo interno. Gli agenti, insospettiti dall’atteggiamento assunto dai quattro, hanno deciso di seguirli dentro i locali della banca al fine di osservare meglio la loro condotta. 

Da subito è stato possibile notare i quattro mentre assumevano volontariamente posizioni distanti tra loro, in modo da osservare in maniera strategica l’intera area, con particolare attenzione alle operazioni delle poche persone presenti agli sportelli. Gli stessi, poi, hanno cominciato a osservare un anziano di 90 anni intento a prelevare una somma di denaro in contanti. 

Quest’ultimo è stato quindi seguito fuori dalla banca dai quattro i quali, con una tecnica collaudata e con compiti ben stabiliti volti a distrarre il malcapitato, hanno avvicinato il 90enne alle spalle. Nello specifico un 61 enne di origini cubane ha sputato del liquido giallastro sulla camicia dell’anziano, mentre un secondo uomo, cileno di 31 anni,  ha contestualmente lanciato delle monete a terra. 

Nonostante il tentativo di raggiro l’uomo ha mantenuto alta l’attenzione, inducendo i due complici ad avvicinarglisi sempre di più, fino all’arrivo di un terzo individuo, un cileno di 55 anni, che ha provato a strappare il borsello trattenuto energicamente sotto il braccio della vittima. 

I tre, insieme ad una donna, una cubana di 31 anni, avente funzione di osservatrice per l’intera durata dell’azione criminosa, hanno cercato, in maniera alternata tra loro, di appropriarsi del bottino, senza riuscirci peró grazie al tempestivo dei poliziotti, che li hanno bloccati, interrompendo la loro condotta illecita. 

Per tutti sono scattate le manette per tentata rapina aggravata. L'arresto è stato poi convalidato dall'autorità giudiziaria. Per due di loro è stata disposta la custodia cautelare in carcere e per altri due l’obbligo di dimora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liquido giallo sulla camicia di un anziano per distrarlo e derubarlo dopo aver prelevato denaro in banca

RomaToday è in caricamento