Anziana aggredita e derubata della fede nuziale, fermato rapinatore seriale

L’uomo è stato rintracciato dagli agenti di polizia alla stazione Termini. La rapina in un palazzo nella zona dell’Esquilino

Un rapinatore seriale di anziane signore. Ad essere fermato dalla polizia un cittadino tunisino di 34 anni, ritenuto responsabile di rapina aggravata in concorso con altri due individui rimasti al momento ignoti nei confronti di un’anziana signora in zona Termini-Esquilino. 

Sono stati gli investigatori del Commissariato Viminale, diretto da Fabio Abis, al termine di accurate indagini, a risalire al rapinatore. La rapina lo scorso 15 febbraio, quando una pattuglia del Commissariato era intervenuta in via Giolitti dove, un’anziana signora era stata aggredita all’interno del portone condominiale, da tre uomini che, dopo averla sbattuta a terra e cinto una mano sul collo, le avevano rubato la borsa, l’orologio e le fedi nunziali.

Sul posto, erano immediatamente intervenuti gli agenti della Polizia di Stato che, dall’esame delle immagini di videosorveglianza, di un locale posto nelle vicinanze, hanno iniziato ad investigare per poter risalire all’identificazione dei malviventi. Da lì hanno potuto osservare che  3 soggetti verosimilmente nord africani, nell’ora dell’efferato delitto, stavano fuggendo in direzione di Porta Maggiore.

Il 17 febbraio i poliziotti sono riusciti a rintracciare nei pressi della Stazione Termini uno dei tre soggetti, identificato per un 34enne tunisino, con vari precedenti di Polizia, tra cui  rapine nei confronti di anziane donne e per le quali ha già scontato due condanne.    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo, visti i gravi e concordanti indizi di colpevolezza, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto ed il 20 febbraio, il Tribunale di Roma, in considerazione delle prove raccolte, ha convalidato l’adozione della misura precautelare disponendo nei suoi confronti la custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 19 nuovi contagiati: sono 3826 gli attuali positivi nel Lazio

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento