Pestato sulla metro B: Raggi e Meleo in visita da Maurizio Di Francescantonio

La sindaca e l'assessora si sono recate al Policlinico Umberto I per manifestare solidarietà al 37enne. De Vito: "Al lavoro per rendere sicuro l'utilizzo dei mezzi pubblici"

Virginia Raggi e Linda Meleo al Policlinico Umberto I (foto Ansa Alessandro Di Meo)

La polemica sui social network era già montata con centinaia di romani che chiedevano alla Sindaca di esprimere solidarietà e vicinanza al 37enne pestato brutalmente domenica scorsa mentre si trovava sulla metro B in compagnia della madre. A distanza di due giorni dall'aggressione di Maurizio Di Francescantonio Virginia Raggi si è recata al Policlinico Umberto I per far visita al 37enne di Tivoli. Insieme a lei l'assessora alla Città in MoVimento Linda Meleo. 

PRESIDENTE DELL'ASSEMBLEA CAPITOLINA - Solidarietà e vicinanza al 37enne ed alla madre, malmenata anch'essa, è stata espressa anche dal presidente dell'Assemblea Capitolina Marcello De Vito: "E’ inaccettabile quanto accaduto a questo cittadino che chiedeva semplicemente il rispetto delle regole a bordo del mezzo pubblico. Con l’Assessore Meleo e i nuovi vertici di Atac siamo al lavoro sulla operatività di tutte quelle misure che possano rendere sicuro l’utilizzo del trasporto pubblico". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL PESTAGGIO - La brutale aggressione si è verificata nel pomeriggio di domenica scorsa quando Maurizio Di Francescantonio si trovava in compagnia della madre 60enne su un treno della linea B della metro che da Termini li doveva portare a Ponte Mammolo. Notati due giovani accendersi una sigaretta l'uomo li ha invitati a spegnerla scatenando la violenta reazione dei due, un 25 ed un 27enne di Caserta. Pestato brutalmente per il "rimprovero", Antonio Senneca e Luigi Riccitiello, questi i nomi degli autori del pestaggio, hanno tentato la fuga scappando alla fermata Bologna. Trovati poco dopo dagli agenti di polizia nella vicina viale XXI Aprile i due sono stati arrestati con l'accusa di "tentato omicidio in concorso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento