Cronaca

Giovane romano aggredito a Trieste: in coma un 23enne

Il ragazzo, che lavora come cameriere in un ristorante friuliano, si trova in prognosi riservata all'ospedale Cattinara

Ha sbattuto la testa dopo aver ricevuto un pugno in faccia, poi il coma. A rimanere gravemente ferito un ragazzo romano di 23 anni, cameriere in un ristorante di Trieste, che sarebbe rimasto coinvolto in una lite avvenuta la notte dello scorso 14 ottobre sulle Rive di Trieste. Affidato il giovane alle cure dell'ambulanza del 118 sul luogo della possibile aggressione sono intervenuti gli investigatori di polizia della Questura di Trieste. 

Ragazzo romano in coma a Trieste 

Le condizioni di salute del 23enne, Alessio V., sono apparse da subito gravi. Affidato alle cure del 118 è stato ricoverato in rianimazione presso l'ospedale triestino di Cattinara. In una nota, l'azienda sanitaria ha comunicato che "le condizioni sono stazionarie in un quadro di prognosi riservata". All'arrivo dei soccorsi il ragazzo era stato trovato già in coma.

Cameriere romano picchiato a Trieste

La famiglia, che risiede a Roma, è stata avvertita dagli infermieri del reparto di Anestesia, rianimazione e terapia antalgica di Cattinara dove Alessio è ricoverato. I genitori si sono subito recati nella città friulana non appena hanno avuto notizia di cosa era accaduto al figlio. Sul caso indaga la polizia triestina. Le indagini si stanno focalizzando sul racconto di alcuni testimoni. Gli investigatori starebbero anche visionando i filmati di alcune telecamere della zona.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane romano aggredito a Trieste: in coma un 23enne

RomaToday è in caricamento