rotate-mobile
Cronaca Pigneto / Via del Pigneto

Faida tra comitive al Pigneto. Minorenne in comunità per aver accoltellato un 18enne

Il 17enne accoltellò il ragazzo durante una rissa sulla circonvallazione Casilina

Accusato di tentato omicidio è finito in una comunità di recupero. Un ragazzo di 17 anni romano, che lo scorso mese di marzo accoltellò un giovane neo maggiorenne nel corso di una rissa scoppiata al Pigneto, per poi essere fermato con una lama alcune settimane dopo, conseguenza di un'altra lite fra adolescenti, presumibilmente un regolamento di conti. A distanza di poco meno di due mesi gli agenti del VII distretto San Giovanni di polizia hanno dato esecuzione alla misura cautelare personale del collocamento in comunità nei confronti del giovane che, lo scorso 5 marzo, si era reso responsabile del reato di tentato omicidio di un 18enne di origini peruviane.

Rissa fra comitive al Pigneto 

Nello specifico, nel tardo pomeriggio del 5 marzo, il minorenne aveva partecipato a una rissa, avvenuta in zona Pigneto, durante la quale un altro ragazzo, un 18enne peruviano, era rimasto ferito da accoltellamento. L'allora 16enne venne poi rintracciato sulla via Tuscolana. Gli agenti del commissariato Appio della polizia di Stato che stavano perlustrando la zona lo trovarono sanguinante, ferito anche lui da un'arma da taglio, forse in conseguenza di una ritorsione per l'accoltellamento avvenuto poco prima del giovane di origini sudamericane. 

Bronx Pigneto 

Una faida tra comitive che aveva lanciato un profondo allarme fra gli abitanti del quartiere del V municipio, salito all'inizio dell'anno alla ribalta delle cronache per risse, furti, rapine, accoltellamenti e violenze sessuali. Proprio il 19 marzo successivo, come nel Bronx degli anni '70, le due bande di ragazzi si ritrovarono ancora nell'area compresa tra la circonvallazione Casilina e il vicino campetto.

Con il coltello alla fermata della metro Pigneto 

In quel caso gli investigatori del commissariato Porta Maggiore, durante un servizio di controllo straordinario del territorio, in via del Pigneto - nei pressi della fermata Metro C - avevano sentito delle urla provenire dall'ingresso dei tornelli di accesso alla metropolitana e, giunti sul posto, avevano notato un gruppo di ragazzi, alcuni dei quali si erano allontanati, mentre altri erano stati identificati.

Coltello contro i poliziotti 

Durante le fasi di identificazione dei giovani, i poliziotti avevano visto uno di essi che aveva lasciato cadere un grosso coltello da cucina della lunghezza di circa 28 centimetri e una ragazza che era con lui che, in quell'occasione, lo aveva poi brandito contro gli operatori, rifiutandosi di fornire loro le proprie generalità. 

Minorenne in comunità 

In quei frangenti, anche il giovane aveva iniziato a inveire contro di essi ma, non senza difficoltà, entrambi furono bloccati e accompagnati presso gli uffici del commissariato Porta Maggiore per le attività di rito. Grazie alle serrate indagini e agli ulteriori risvolti investigativi ottenuti anche con il coordinamento della procura della Repubblica presso il tribunale per i Minorenni, gli stessi pubblici ministeri hanno chiesto e ottenuto dal tribunale specializzato l'emissione della misura cautelare personale nei confronti dell'oggi 17enne. 

Tentato omicidio 

Gli investigatori del VII distretto hanno eseguito un 'ordinanza della misura cautelare personale del collocamento in comunità, emessa dal tribunale per i Minorenni, nei confronti del giovane romano poiché gravemente indiziato del reato di tentato omicidio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faida tra comitive al Pigneto. Minorenne in comunità per aver accoltellato un 18enne

RomaToday è in caricamento