Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

La 18enne è stata trovata priva di vita da Luigi Caratelli dopo aver aperto alle 6:30 l'area verde di via Galla Placidia

La polizia scientifica al parco di via Galla Placidia (foto Ansa Massimo Percossi)

L'hanno cercata tutta la notte sino alla tragica chiamata arrivata al 112 alle 6:30 del mattino: "Correte c'è una ragazza morta al parco giochi". A chiamare la polizia è stato Luigi Caratelli, il custode del parco di via Galla Placidia che ha scoperto il corpo privo di vita della 18enne trovata impiccata e con le mani legate ad uno dei giochi del parco di Portonaccio

Ancora scosso per quanto accaduto Luigi Caratelli racconta a RomaToday i tragici momenti della scoperta: "Come tutte le mattine - spiega il 75enne residente a Casal Bruciato - sono uscito con il mio cane ed alle 6:30 ho aperto il cancello del parco di via Galla Placidia". Poi "ho visto questo corpo che non si muoveva appeso ad uno dei giochi con le mani legate davanti. Pensavo fosse un manichino, uno scherzo, quindi mi sono avvicianto ed ho scoperto che era purtroppo una giovane ragazza"

Compresa la gravità della situazione "ho subito chiamato la polizia che è arrivata nel giro di pochi minuti - racconta ancora il signor Luigi -. Quando sono arrivati gli agenti mi hanno detto che l'avevano cercata tutta la notte al parco Meda, alla Cacciarella ed al Parco Tiburtino"

Membro del Comitato di Quartiere Galla Placidia-Ottoboni, Luigi Caratelli spiega ancora: "Ho chiuso il parco ieri sera  (11 settembre ndr) intorno alle 19:30 e non c'era nessuno. Nell'area si può accedere solo dal cancello, penso che abbia scavalcato durante la notte per entrare"

Allertata la polizia, a scuotere l'animo del signor Luigi è stato l'arrivo del papà della ragazza "non dimenticherò mai il volto disperato del padre una volta arrivato al parco. Sono vicino ai genitori della ragazza, che riposi in pace". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Diciotto anni, residente nella zona del Tiburtino la 18enne era scomparsa dalla casa dove viveva con i genitori intorno alle 21:00 di mercoledì 11 settembre. Cominciate le ricerche stamattina è stato poi fatto il tragico rinvenimento. Impiccata ad una corda con le mani legate con delle fascette di plastica, che secondo i primi riscontri potrebbe aver stretto ai polsi con i denti, gli investigatori di polizia intervenuti sul posto procedono sull'ipotesi del suicidio. La salma della giovane è stata messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

  • Atac, Coronavirus: ecco come chiedere i rimborsi per gli abbonamenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento