Cipro: giovane trovata morta nel suo appartamento. Ipotesi overdose

Sul corpo della ragazza, che lavorava come cameriera nella Capitale, non sarebbero stati riscontrati segni evidenti di violenza. L'autopsia darà risposte definitive

Una siringa sequestrata all'interno dell'appartamento. E' questo l'elemento che spinge i carabinieri della stazione Roma san Pietro a ritenere che la 22enne trovata morta venerdì sera in via Giorgio Scalia nella zona di Cipro possa aver perso la vita per un'overdose. Il ritrovamento alle 21.30 di venerdì. Sul suo corpo non sono stati trovati segni di violenza.

La ragazza lavorava come cameriera in un ristorante della Capitale. Sul corpo è stata disposta l'autopsia per chiarire definitivamente le cause del decesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento