Rifiuti, i cittadini: "Raccolta a singhiozzo". Ama: "Servizio regolare. Ecco le foto"

Le immagini inviate dai cittadini mostrano forti criticità nella raccolta dei rifiuti, specie a Casalotti dove da poco è partito il porta a porta. Ma Ama assicura: "24 e 25 dicembre più 20% degli operatori"

Rifiuti a Casalotti, foto da Facebook

I marciapiedi sono pieni di immondizia, e fuori dai portoni i sacchetti dei rifiuti di pranzi e cenoni restano ad attendere il passaggio degli operatori Ama, quelli del porta porta. Ma a Casalotti sono giorni che i cittadini lamentano via social network l'assenza totale del servizio di pulizia. 

Nel quartiere è partito da poco il nuovo sistema di raccolta differenziata domiciliare, ma l'errore sarebbe stato proprio avviarlo prima del Natale, quando si sa, che sia emergenza o no, la raccolta stenta dappertutto. Certo se in più ci aggiungi che i giri di porta a porta non vengono effettuati con regolarità e che in strada di cassonetti ne sono rimasti pochissimi, quei pochi "sono in condizioni vergognose". 

"Come prevedibile, la pessima scelta di Ama e Municipio di avviare il porta a porta a ridosso delle festività natalizie ha portato al degrado più totale nelle strade del quartiere, e disagi ai cittadini che lamentano ancora una volta che il servizio non funziona. In questi giorni infatti, l'Ama non è passata a ritirare i rifiuti, costrigendo così i cittadini a riversarsi ai cassonetti stradali ancora rimasti" spiegano dal Comitato di Quartiere. 

Non tutti gli utenti della rete la pensano così. C'è chi preferisce puntare il dito direttamente contro i romani, "a Casalotti vivono persone incivili. Non mi meritiamo nulla, solo la mondezza", riferendosi ai tanti cartoni abbandonati fuori dai secchioni che potevano almeno essere messi dentro la carta. Ma i più si indignano. "E' illogico avviare un servizio di porta a porta a ridosso delle feste di natale (lo sanno pure i muri che è il periodo in cui si creano più rifiuti), è illogico togliere i cassonetti stradali se prima non sei organizzato". Altri hanno soluzioni a portata. "Qualcuno mi dà l'indirizzo del municipio che se anche domani non passano faccio un bel Saccone e la porto li (tanto politico e monnezza sono materiali simili)". 

In realtà cassonetti pieni ben oltre gli standard di civiltà non sono esclusiva solo dei cittadini di Casalotti. Lettori ci inviano immagini che parlano di una città ancora in difficoltà sul fronte rifiuti. Colpa o no delle feste natalizie, le foto mostrano marciapiedi invasi dalla spazzatura in tante zone di Roma. Ponte di Nona, Tor Bella MonacaTuscolano, Pigneto. E il Codacons ha già lanciato l'allarme.

"Mai Roma è stata così sporca a Natale - ha dichiarato il presidente Carlo Rienzi - siamo sommersi dalle segnalazioni degli utenti, abbiamo quindi deciso di denunciare tale situazione alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti, affinché sia aperta una apposita indagine per capire i motivi di tanto degrado". 

 

AMA - Ma l'azienda dei rifiuti capitolina assicura che non solo "il servizio di pulizia, spazzamento e raccolta rifiuti si è svolto regolarmente in tutta la città durante la Vigilia e a Natale", ma che in strada c'erano "3.100 unità (2.500 operatori ecologici e 600 autisti), che hanno assicurato i 3 consueti turni di servizio (mattutino, pomeridiano e notturno) in tutte e due le giornate festive".

Nessuno sgarro neanche sul porta a porta. "I servizi previsti da calendario nelle aree servite dal porta a porta, con l’unica eccezione dell’anticipo da orario serale a pomeridiano (dopo le 14) delle attività di raccolta programmate nella giornata di martedì 24 dicembre, sono stati garantiti con regolarità". 
 
Anche i centri di raccolta per gli ingombranti hanno funzionato a regime, chiusi solo il 25, così come gli impianti aziendali per selezione e raccolta differenziata, e Tmb di Rocca Cencia e Salaria. La municipalizzata fornisce anche i numeri.  

"Nel dettaglio, gli impianti Tmb di Ama hanno ricevuto 750 tonnellate di rifiuti indifferenziati nella giornata del 24, 1.132 in quella del 25 e circa 600 nella sola mattinata odierna. Le strutture Co.La.Ri, invece, hanno lavorato circa 1.900 tonnellate il 24, 700 il 25 e 1.500 nella mattinata del 26. L’impianto di compostaggio Ama di Maccarese, invece, ha ricevuto 300 tonnellate il 24, 216 il 25 e 250 nella mattinata del 26".

Qualche difficoltà sul fronte carta e cartone, ma solo nella giornata di ieri, "per una temporanea difficoltà di ricezione della piattaforma Comieco". Insomma, non solo è tutto regolare a differenza dello scorso Natale, ma la città sarebbe pulita. Ama diffonde anche le foto di cassonetti tirati a lucido. Un'altra storia rispetto a quella raccontata dalle immagini dei cittadini. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento