Cronaca Castro Pretorio

Raccolta differenziata, cosa cambia nei municipi III e XVII

La raccolta duale e il servizio "porta a porta" arrivano nei municipi III e XVII, mentre sono stati avvitati i punti di raccolta gestiti da Ama e la progressiva riduzione dei cassonetti grigi per l'indifferenziata

Giro di vite per gli abitanti dei municipi III e XVII: anche per loro è arrivato il momento di misurarsi con la raccolta differenziata duale. Dal 3 e dal 10 ottobre, l'aerea interessata comprende Castro Pretorio, Nomentano, Bologna, Policlinico e Università, San Lorenzo, insieme ai quartieri Prati, Delle Vittorie, Borgo e Trionfale.

LE ZONE - Tutte zone ad altissima densità abitativa, commerciale, turistica e amministrativa. Il servizio, che si affianca alla raccolta differenziata tramite i cassonetti stradali, riguarderà il conferimento dei rifiuti alimentari e organici attraverso punti fissi di raccolta, presidiati da Ama, che saranno disponibili 10 ore al giorno, 7 giorni su 7. Le postazione previste da Ama sono 113. Di queste, 80 saranno attive ogni mattina dalle 6:30 alle 11:30 e 33 . dedicate principalmente alle attività commerciali come bar, ristoranti, etc - dalle 21 alle 2. Per loro, Ama effettuerà una raccolta “porta a porta” di tutti i materiali non riciclabili. Quelli invece che non sono ancora raggiunti dal servizio, potranno rivolgersi al numero verde Ama 800867035 per attivare la raccolta “porta a porta”. Allo stesso numero possono rivolgersi i negozianti che producono grandi quantità di rifiuti di cartone.

"UNO SFORZO ULTERIORE" - “Grazie all’avvio dalla nuova raccolta differenziata nei Municipi III e XVII – dichiara il presidente di Ama, Piergiorgio Benvenuti - salgono a 665mila i romani che hanno l’opportunità di conferire separatamente i rifiuti alimentari e organici. Questo nuovo servizio di Ama, infatti, coinvolge circa 245mila 'abitanti equivalenti', che si vanno ad aggiungere ai 420mila già raggiunti da servizi mirati di raccolta differenziata, duale o porta a porta. Si tratta di un dato significativo che dimostra l’impegno della nostra azienda per aumentare le percentuali di materiali conferiti in modo differenziato nella Capitale, già passati dal 17 per cento del 2007 al 24,3 per cento registrato nel mese di giugno 2011. Chiediamo ai romani uno sforzo ulteriore perché l’aumento della raccolta differenziata è la migliore soluzione al problema rifiuti”.

IL NUOVO KIT - Oltre 62mila utente domestiche si sono viste recapitare gratuitamente un kit costituito da una biopattumiera areata con i relativi sacchetti, per separare i rifiuti direttamente in casa, del materiale informativo e il calendario per la raccolta. I punti di raccolta, preso i quali è possibile conferire anche rifiuti speciali come le pile esauste, che richiedono un particolare procedimento di smaltimento attraverso eco box, sono stati posizionati a una distanza media di 150 metri da ogni abitazioni e i rifiuti lì raccolta saranno poi avviati nell'impianto di compostaggio Ama di Maccarese, dove verranno trasformati in compost, un ammendante utilizzato in agricoltura.

"MAGGIOR DECORO" - Questo nuovo metodo consente di raggiungere una maggiore percentuale di raccolta differenziata e di migliorare la qualità del rifiuto differenziato, grazie alla presenza sul posto degli operatori ecologici Ama che assisteranno i residente nelle operazioni. Così facendo si potrà assicura un maggior decoro alla città e non si dovranno più tenere i bidoni dei rifiuti all'interno dei condomini. I cassonetti grigi per i rifiuti indifferenziati verranno ridotti del circa il 40 per cento mentre verranno potenziati i cassonetti bianchi per la carta e il cartone e quelli blu per il vetro, plastica e metallo. Nel XVII municipio i cassonetti per la carta passeranno da 400 al 703 e quelli blu da 396 a 639. Nel III municipio invece i bianchi saliranno da 323 a 602 e il multimateriale da 321 a 561. Nel contempo prosegue il piano di sostituzione e rinnovamento di tutto il parco cassonetti in entrambi i municipi, con nuovi contenitori più funzionali e resistenti. Dal 2007, la raccolta differenziata è salita dal 17 per cento al 32 per cento nel 2010. La percentuale attuale di raccolta differenziata è salita al 24,3 per cento, secondo l'ultima rilevazione disponibile registrata a giugno 2011.

SISTEMA DUALE - Ama sottolinea che il forte impulso dato all'aumento della differenziata è dovuto al sistema “duale” adottato da luglio 2011 nei quartieri di Prati Fiscali, Appio Tuscolana, Tuscolano, Laurentino 38, Marconi e Aurelio. La percentuale media di materiali avviati al riciclo si attesta al 52,4 per cento (con punte del 63,5 per cento a Prati Fiscali e 57,8 a Appio Tuscolana). In particolare, la raccolta differenziata degli scarti alimentari e organici raggiunge, in media nei sei quartieri, il 15,7%, con punte del 19% a Marconi e del 18,1% nell’area del Laurentino 38.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, cosa cambia nei municipi III e XVII

RomaToday è in caricamento