Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Pietralata / Via del Casale Quintiliani

Quintiliani, 80 rom sgomberati e trasferiti all'ex cartiera di via Salaria e al centro di via Visso

Abbattute 30 baracche. Sul posto i vigili dello Spe e del IV gruppo Tiburtino. La sala operativa sociale del comune di Roma, operante sul posto, si è occupata dell'accoglienza

Sono iniziate questa mattina le operazioni di sgombero dell'insediamento rom abusivo di via del Casale di Quintiliani, distante poche centinaia di metri dalla fermata della metro Quintiliani. A operare sul posto 20 agenti del Gruppo Spe e del IV gruppo della Polizia locale di Roma Capitale diretti dal comandante Di Maggio e gli uomini della sala operativa sociale. In questa prima giornata verranno demolite le 30 baracche da cui era composto il campo. Domani invece toccherà all'Ama, che effettuerà le operazioni di bonifica.

Nel campo vivevano 80 rom di nazionalità romena. Della loro accoglienza si è occupata la sala operativa sociale del Comune di Roma che, come avviene per ogni sgombero, si occupa di fornire una soluzione alloggiativa alternativa agli 'sfollati'. RomaToday ha appreso da alcune fonti che i nuclei familiari sono stati portati alla Best House Rom di via Visso e nell'ex cartiera di via Salaria, senza separazione dei nuclei familiari.

Nei mesi scorsi il campo di Quintiliani era stato al centro delle polemiche per uno sgombero programmato e poi non effettuato da parte dell'assessorato alle politiche sociali guidato da Rita Cutini. Si scagliarono contro lo sgombero alcune associazioni, 21 Luglio in testa. A sgombero non effettuato montò la polemica da parte del consigliere regionale Santori che accusò la Cutini di piegarsi ai voleri della 21 Luglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quintiliani, 80 rom sgomberati e trasferiti all'ex cartiera di via Salaria e al centro di via Visso

RomaToday è in caricamento