rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Tor Bella Monaca

Tor Bella Monaca, un'immagine sacra per nascondere la cassaforte dove è custodita la cocaina

E' finito in manette un 37enne, arrestato dalla Polizia di Stato a Tor Bella Monaca. Negli ultimi giorni altri 14 arresti per spaccio tra Roma, Civitavecchia e Velletri

Voleva fare il "salto di qualità" il 37enne arrestato dalla Polizia di Stato a Tor Bella Monaca. Il tentativo di diventare grossista non è sfuggito agli investigatori del Distretto Casilino che, con un escamotage, hanno fatto irruzione nell'appartamento diventato base di spaccio.

Sequestrati più di 200 grammi di cocaina, 180 grammi di hashish e quasi 3 mila euro in contanti; buona parte dello stupefacente era custodito in una cassaforte a muro celata dietro un quadro con un'immagine sacra ricamata ad uncinetto.

Gli stessi investigatori, sempre nel popoloso quartiere di Tor Bella Monaca, hanno arrestato 3 ragazzi di origine marocchina che vendevano cocaina dal loro appartamento; quando i poliziotti hanno fatto il blitz i sospettati hanno opposto resistenza - 2 agenti sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso - e tentato di far sparire alcuni grammi di cocaina.

Nella settimana che si è appena conclusa, nel territorio della provincia di Roma, nei quartieri di Aurelio, Primavalle, Prenestino, nelle vie limitrofe alla stazione Termini, ad Ostia e nei comuni di Civitavecchia e Velletri  sono stati arrestati 11 pusher; a Ponte Milvio invece, indagato in stato di libertà un ragazzo che aveva in casa più di 100 canne già pronte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Bella Monaca, un'immagine sacra per nascondere la cassaforte dove è custodita la cocaina

RomaToday è in caricamento