Putin a Roma: strade chiuse e bus deviati per l'arrivo del presidente russo. Il piano sicurezza

Capitale blindata per la visita del presidente della federazione russa. Il programma degli incontri

Il premier Giuseppe Conte ed il presidente Vladimir Putin (foto Ansa)

Roma si prepara all'arrivo del presidente della federazione russa Vladimir Putin. L'arrivo del premier è previsto per le 12:00 di giovedì 4 luglio all'aeroporto di Fiumicino. Messo a punto il piano sicurezza dalla Questura di Roma, la città sarà blindata con l'attuazione di una green zone in Centro

In particolare nel corso della sua visita Putin effettuerà una serie di incontri istituzionali che richiederanno provvedimenti a tutela della sicurezza oltre che sulla viabilità delle zone interessate. I primi provvedimenti sono già in vigore intorno l'area dell'Hotel St. Regis, dove sono previsti divieti di sosta e rimozione di tutti i veicoli presenti in via Vittorio Emanuele Orlando (tra piazza San Bernardo e piazza della Repubblica), via Parigi, via XX Settembre (tra via Pastrengo e via Vittorio Emanuele Orlando) tutta piazza San Bernardo, e l'intero parcheggio posto tra gli incroci con via Romita, via Vittorio Emanuele Orlando e via Barbieri. 

A partire dalla mezzanotte del 4 luglio, in vista dell'incontro tra Putin e il Presidente Mattarella, i divieti di sosta e le rimozioni forzate scatteranno sull'intera piazza del Quirinale, in via XXIV Maggio (tra largo Magnanapoli e piazza del Quirinale), via del Mazzarino, largo Magnanapoli e via della Consulta (tra piazza del Quirinale e via Piacenza). 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, alle ore 16.15, incontrerà a Palazzo Chigi il Presidente della Federazione Russa, Vladimir. Al termine dei colloqui, alle ore 17.20 circa, è prevista una conferenza stampa congiunta nel cortile d'onore. 

A seguire i due Presidenti si trasferiranno al Ministero degli Affari Esteri per partecipare, alle ore 18.30, al Foro di Dialogo Italo-Russo delle società civili, organizzato dai Presidenti del Foro in collaborazione con l'Istituto per gli studi di politica internazionale (ISPI). L'evento vedrà la partecipazione di alti rappresentanti, italiani e russi, del mondo delle imprese e della cultura. 

Provvedimenti alla viabilità e transennamenti delle strade interesseranno via del Corso, via delle Muratte, via dei Sabini, largo Chigi, via del Pozzo, via San Claudio, piazza e via del Parlamento, via del Tritone, via della Missione, via Uffici del Vicario, via dell'Impresa, vicolo dello Sdrucciolo, piazza Montecitorio, piazza di Pietra, via della Colonna Antonina, via Aquiro e via dei Bergamaschi. Entro le 8 del 4 luglio, lo sgombero dei veicoli in sosta scatterà in via dei Sabini, via del Parlamento, via del Corso (tra via San Claudio e via delle Muratte), via della Colonna Antonina, via dei Bergamaschi e piazza Monte Citorio.

Sempre ad inizio giornata del 4 luglio, analoghi provvedimenti saranno eseguiti nella zona di Villa Madama con divieti e rimozioni quindi, in via Durazzo, via Novaro, via Gomenizza e viale Angelico.

Nelle stesse ore, ulteriori divieti e rimozioni interesseranno la zona del Ministero degli Affari Esteri. Queste le strade interessate: via Boselli, via Tittoni, via Blanc, via Macchia della Farnesina, via Volpi, piazzale della Farnesina, viale Ministero degli Affari Esteri, via Antonio San Giuliano, parcheggi ex Civis e la prima area di parcheggio di via Contarini e via Toscano. Nella zona, verranno sospese le postazioni taxi tra viale Volpi e largo Bratislava, sospese e spostate le fermate e il capolinea Atac della linea 628 tra via Volpi e viale Antonio di San Giuliano e sarà deviata la linea 32.

Ancora da inizio giornata, rimozione veicoli anche da largo Fellini, piazzale del Brasile, e piazza Barberini. Sospese le fermate taxi di piazza Barberini, largo di Torre Argentina e via Vittorio Emanuele Orlando.

Infine, in vista dell'incontro tra il Presidente della Federazione Russa e il Santo Padre, provvedimenti sulla viabilità renderanno attivi in via della Conciliazione mentre a partire dalle 7, saranno chiusi al pubblico il parco di villa Aldobrandini e il giardino del Quirinale.

Oltre alle limitazioni alla sosta, possibili temporanee chiusure durante gli spostamenti del corteo presidenziale e sulle strade a ridosso dei luoghi dove avverranno gli incontri istituzionali. 

Per motivi di sicurezza legati agli eventi e su disposizione della Questura,  dalle 19 di mercoledì 3 luglio e fino alle 7 del 5 luglio, verrà isituita una "green zone" all'interno della quale non saranno consentite pubbliche manifestazioni di piazza. 

Ecco i piani stradali che delimiteranno la "green zone": piazza d'Aracoeli; via San Venanzio, largo Berlinguer, piazza San Marco, piazza Venezia, via del Plebiscito, corso Vittorio Emanuele II, largo di Torre Argentina, piazza e via di San Pantaleo, via dell'Anima, largo Febo, via di Torre Sanguigna, via Zanardelli, piazza Ponte Umberto I, lungotevere Marzio, lungotevere in Augusta, via Luisa di Savoia, piazza del Popolo, via D'Annunzio, via Trinità dei Monti, via Sistina, via Crispi, via di Porta Pinciana, via Veneto, via Boncompagni, via Collina, va Bellisario, via Piave, via XX Settembre, piazza di Porta Pia, corso d'Italia, piazza della Croce Rossa, viale Castro Pretorio, via Vicenza, via Marsala, via De Nicola, piazza dei Cinquecento, via Giolitti, via Gioberti, piazza Santa Maria Maggiore, via Merulana, largo Brancaccio, via Lanza, via Cavour, largo Corrado Ricci via dei Fori Imperiali, via San Pietro in Carcere, piazza del Campidoglio, via delle Tre Pile e piazza Aracoeli.  

Sempre dalle 19 del 3 luglio alle 7 del 5 luglio, all'interno della "green zone", scatterà il divieto di accesso e transito per i veicoli che trasportano merce pericolosa e per quelli adibiti al trasporto merci. Attenzione, per i veicoli sotto le 3 tonnellate e mezza, ci sono deroghe al divieto ma solo per i mezzi che trasportano determinate categorie merceologiche: i mezzi che trasportano medicinali e materiale sanitario di uso urgente, alimentari deperibili, trasporto valori e distribuzione stampa e invii postali).

Per le categorie derogate, l'accesso alla green zone sarà comunque possibile solo dai varchi Ztl di via Ferdinando di Savoia/via Principessa Clotilde, via del Teatro Marcello/vico Jugario, via Veneto/via Bissolati, via Cavour/Santa Maria Maggiore.

Insieme al presidente russo Vladimir Putin, a Roma ci saranno anche il ministro dell'energia, Aleksandr Novak, e il ceo di Rosneft, Igor Sechin, rende noto Interfax precisando che in occasione della visita in Italia del presidente saranno firmati numerosi accordi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento