rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Statuario / Via Taurianova

Il pusher che viaggia in taxi con due etti di hashish

Il 22enne è stato arrestato dalla polizia

Dopo aver preso il carico di hashish ha preso un taxi per farsi portare a destinazione a Statuario. Peccato per lui che sulla sua strada si sia infrapposta una volante della polizia che dopo averlo trovato con due etti di hashish lo ha arrestato. 

A finire in manette un 22enne di Caprarola, in provincia di Viterbo. L'arresto lo scorso 14 dicembre quando i poliziotti hanno fermato il taxi sul quale il giovane stava viaggiando come passeggero. A detta della tassista, nel veicolo si sarebbe sentito un odore di cannabis così forte da spingere la donna a chiedere di abbassare i finestrini.

Gli agenti hanno così fatto scendere il 22enne e lo hanno perquisito, trovandogli nella tasca destra del giubbotto 200 grammi di hashish suddivisi in due panetti da cento. Nel marsupio, anche questo controllato, inoltre, cento euro in contanti. Gli accertamenti tossicologici hanno fatto emergere un principio attivo di Thc pari al 38% e stabilito che da quei due etti di droga si sarebbero potute ricavare circa 3mila dosi.

Il 22enne è stato fermato e in tribunale, durante la convalida, avrebbe detto di aver ricevuto in prestito da un amico il giubbotto nel quale non sapeva esserci la sostanza stupefacente. Il giudice, però, non gli ha creduto e, come richiesto dal pm, ha disposto gli arresti domiciliari, anche alla luce dei suoi precedenti.

Proseguono, intanto, le indagini della polizia, anche per capire se ci siano collegamenti tra il giovane viterbese e ambienti criminali della Capitale. Gli agenti hanno anche ricostruito il tragitto fatto dal 22enne a bordo del taxi: partito da Torrevecchia nel quartiere Primavalle, era diretto nel quartiere Statuario. Per la precisione in via Taurianova, poco lontano dall'Appia Nuova.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pusher che viaggia in taxi con due etti di hashish

RomaToday è in caricamento