menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finge di consegnare pizze a domicilio per eludere i controlli: così è stato preso corriere della droga

Lo spacciatore nascondeva tra l'addome e le parti intime dei panetti di hashish. Sequestrati circa 15mila dosi di stupefacente

Pur di eludere i controlli fingeva di consegnare pizze a domicilio. Uno stratagemma che, però, non ha evitato da un pusher tunisino le manette. I baschi verdi del Comando Provinciale della Gdf di Roma nel pomeriggio del 9 dicembre, lo hanno rintracciato nei pressi dell'aeroporto di Centocelle

I militari insospettiti dall'atteggiamento guardingo del ragazzo che stava camminando nei pressi di via di Centocelle, hanno deciso di effettuare un controllo. Immediatamente il tunisino ha palesato un inspiegabile agitazione e per tale motivo è scattata la perquisizione che ha permesso di rinvenire ben occultati tra l'addome e le parti intime dei panetti di hashish del peso di circa 370 grammi. 

Successivamente, i militari hanno controllato un box a disposizione del nordafricano. Qui sono stati trovati ulteriori panetti di hashish occultati in varie parti del locale, del peso di circa 3,5 chili e alcuni grammi di marijuana, oltre al bilancino elettronico e due coltelli per il taglio dello stupefacente.

Anche la perquisizione effettuata presso l'abitazione del pusher, poco distante, ha consentito il sequestro ulteriori 36 grammi di hashish ed una somma di denaro

Da quanto appreso dai militari il giovane avrebbe in più occasioni cercato di eludere i controlli di polizia camuffando la sua illecita attività con una presunta attività di corriere delle pizze a domicilio.

All'esito del rito direttissimo l'arrestato è stato portato nel carcere di Regina Coeli. La perizia dello stupefacente accertava che dallo stesso sarebbero ricavabili più di 15 mila dosi
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento