Pusher di shaboo a piazza di Spagna, fermata 29enne

L'accusa è detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Una cittadina cinese di 29 anni, già sottoposta al divieto di dimora nel Comune di Roma, è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La donna, è stata notata in atteggiamento sospetto, da una pattuglia di Carabinieri in abiti civili che transitava in via San Sebastianello, a pochi metri da piazza di Spagna, ed è stata fermata per un controllo. Sin da subito, la 29enne si è mostrata agitata. Durante gli accertamenti alla banca dati i Carabinieri hanno scoperto che la donna aveva violato la misura cautelare del divieto di dimora e hanno deciso di approfondire i controlli.

La successiva perquisizione ha permesso ai Carabinieri di rinvenirle addosso 9 dosi di shaboo, materiale per il confezionamento delle dosi e circa 300 euro in contanti ritenuto il provento dell’illecita attività di spaccio.

La cittadina cinese è stata trattenuta in caserma in attesa del rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Cerveteri si prepara al Jova Beach Party: bagni vietati e stabilimenti chiusi in anticipo. Tutte le info

  • Fiocco viola e messaggi su schermi: Atac ricorda Sophia, figlia di un dipendente morta dopo una malattia

Torna su
RomaToday è in caricamento