menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Basilio, pusher e contabile della droga: così 17enne usava casa Ater come base dello spaccio

Sequestrati due bruciatori portatili e relative ricariche da utilizzare, in caso di intervento da parte delle forze dell'ordine, per incenerire lo stupefacente che aveva con sé

Continua la stretta dei carabinieri a San Basilio dove, in un appartamento Ater in via Corinaldo, un 17enne aveva realizzato una base dello spaccio. Sul posto i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro che lo hanno arrestato e portato nel Centro di Prima Accoglienza per minorenni Virginia Agnelli su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni.

Il minore, come verificato dai servizi di osservazione svolti dai carabinieri, sarebbe rimasto nascosto all’interno del citato locale con il compito di custode e contabile dello stupefacente venduto.

Il baby pusher aveva il compito di consegnare, attraverso una finestrella, le dosi necessarie a richiesta del pusher di turno.

In suo possesso i Carabinieri hanno rinvenuto complessivi 85 grammi di cocaina e 20 grammi di marijuana, tutti suddivisi in dosi oltre a due bruciatori portatili e relative ricariche da utilizzare, in caso di intervento da parte delle forze dell’ordine, per incenerire lo stupefacente  che aveva con sé.  Questa volta, però, i Carabinieri di Montesacro sono stati più scaltri e lo hanno scoperto prima che potesse nascondersi nel locale. 

MONTESACRO - Le dosi di droga e i bruciatori sequestrati dai Carabinieri-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento