Cronaca Eur

Primo giorno di Concorsone: "in palio" 2000 posti al Comune

Dopo una lunga attesa stamattina al Palalottomatica si sono svolti i primi test del concorso pubblico per i posti di lavoro che assegnerà il Comune di Roma

Inizio del "concorsone" indetto dal comune di Roma con la prima giornata di prove. I partecipanti si sono presentati nella prima mattinata presso il Palalottomattica. I test che hanno dato inizio al maxiconcorso hanno riguardato l'assegnazione di 5 posti di esperto in merceologia delle derrate agroalimentari e hanno visto la partecipazione di una quarantina di persone su 269 ammessi.

"La prendo sportivamente, nel caso di un esito negativo, mi sarò fatto una passeggiata a Roma" dice Pasquale, 29 anni, originario di Castellamare di Stabia e laureato in agraria (molto ha contribuito la passione per la terra tramandatagli dal nonno agricoltore) con 110 e lode. Primo di tre maschi, a casa sua negli ultimi tempi e precisamente dal 2008, c'è stato poco: si è spostato continuamente dalla Puglia al Veneto, oltre per esperienze lavorative anche per corsi di formazione. Ha fatto anche esperienza all'estero  e dichiara che non esiterà a tornarci, "in fondo si rivela sempre meglio". E' il suo primo concorso, così come Antonella. Laureata in scienze e tecnologie agroalimentari, 28 anni della provincia di Roma sorride timidamente e dice: "Penso di non farcela ma voglio essere ottimista per ottenere il posto fisso 'monotono'".

E' stato sicuramente un appuntamento importante per loro e soprattutto tanto atteso dato che la comunicazione dell' ampliamento della pianta organica del comune capitolino fu data due anni fa. Nonostante la maggior parte dei partecipanti sia fuori dall' Università già da tre anni, stamattina è stato un po come tornare alla sessione di un esame, in attesa che il professore faccia l' appello. E' tanto tempo che si preparano, tra i manualoni di diritto amministrativo e i quiz aggiornati che vengono pubblicati dalle case editrici in occasione dei concorsi pubblici. "Eppure per la nostra prova non ce n'erano" aggiunge con rammarico Antonella.

Non sono mancate, nonostante la consapevolezza della grande occasione, alcune note polemiche; Leonardo, 31 anni, di Arezzo, anche lui dottore in agraria per passione, racconta di essere stato avvisato dell'ammissione al concorso dopo 2 anni dalla domanda ;  ha messo in cantiere anche l'opportunità di andare all'estero. Continuando nel merito delle modalità della propria  registrazione anche Vincenzo, 28 anni, della provincia di Avellino  che si lamenta dell'accreditamento on-line per partecipare alle prove del concorso. "Hanno messo uno scaglione per l'accreditamento, c'erano cinque giorni di tempo per registrarsi per la prova che comportava una risposta via mail da parte del Comune di Roma. Sbagliato perchè a qualcuno è sfuggito e non ha potuto partecipare".

Il secondo appuntamento  del maxi concorso è stato  fissato  per il primo pomeriggio di oggi con la prima prova per l'assegnazione di cinque posti di "esperto in gestione delle entrate".    

Il "concorsone" che assegnerà in totale 1995 posti fissi al comune di Roma  si concluderà con le ultime prove il 18 luglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo giorno di Concorsone: "in palio" 2000 posti al Comune

RomaToday è in caricamento