Cronaca

Discariche: contestati duramente Pecoraro, Alemanno, Polverini e Zingaretti

Dure contestazioni al termine dell'incontro con il ministro dell'Ambiente Corrado Clini per i quattro partecipanti al vertice. Accolti al grido di "Vergogna"

L'incontro sui rifiuti e la situazione delle discariche tenutosi oggi tra il ministro dell'Ambiente Corrado Clini, il prefetto-commissario Giuseppe Pecoraro, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti e la presidenza della regione Lazio Renata Polverini è stato caratterizzato dalle contestazioni dei residenti delle zone interessate dalle cosiddette “Malagrotta bis.”

I residenti di Riano e Corcolle, i due siti indicati per le nuove discariche si sono dati appuntamento davanti alla sede del ministero dove si sono ritrovati in sit in dall'inizio della mattinata.

In particolare al grido di 'vergogna, vergogna' e 'buffone, buffone' i manifestanti si sono accalcati attorno all'auto del prefetto. Tra i più accesi, alcuni manifestanti che ripetevano all'indirizzo di Pecoraro il nome del loro figlio, a loro dire ammalato a causa delle discariche. Prima di entrare in macchina il prefetto ha avuto solo il tempo di dire ai cronisti "si è trattato di approfondimenti, resto commissario". Cori e insulti da parte dei manifestanti anche per gli altri tre partecipanti. Alemanno e Polverini erano raffigurati con lunghi nasi da Pinocchio sui cartelli branditi dai manifestanti. Ma anche Zingaretti, sebbene all'ultima Conferenza dei servizi sul sito di Corcolle, la Provincia di Roma avesse espresso parere contrario, ha ricevuto contestazioni. (Fonte Ansa)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discariche: contestati duramente Pecoraro, Alemanno, Polverini e Zingaretti

RomaToday è in caricamento