Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Prati / Viale Giulio Cesare

I movimenti 'assediano' il Tribunale civile: "Basta sfratti"

A prendere parte alla protesta sotto al palazzo di via Giulio Cesare, qualche centinaio di persone. Una delegazione ha poi incontrato il presidente della VI sezione

Hanno scelto il Tribunale civile in viale Giulio Cesare i movimenti per il diritto all'abitare romani per la protesta organizzata in occasione della giornata nazionale di lotta contro la crisi, gli sfratti e le politiche di austerità. E' così che qualche centinaio di persone si è data appuntamento alle nove circa fuori dal palazzo di via Giulio Cesare per far sentire la propria voce. All'arrivo dei manifestanti, il portone del palazzo è stato 'protetto' da un cordone della polizia in tenuta antisommossa mentre la strada antistante è rimasta bloccata dal raggruppamento degli attivisti.

Nel corso della protesta si è verificato anche qualche momento di tensione scattato quando gli attivisti hanno tentato di entrare all'interno della struttura. C'é stata una carica di alleggerimento delle forze dell'ordine e due agenti sono rimasti feriti. Le tensioni sono cominciate con il lancio di monetine e altri oggetti. La situazione è tornata lentamente alla calma.

I movimenti protestano fuori dal Tribunale civile: ecco le foto

Perché il tribunale civile sia diventato un 'obiettivo sensibile' dei movimenti per il diritto all'abitare è chiaro: è lì che vengono emesse le sentenze di sfratto. “Siamo qui per impedire il dilagare degli sfratti per morosità incolpevole. Siamo determinati a riconquistare i nostri diritti” hanno dichiarato in un comunicato che spiega i motivi della protesta. Per tutta la mattina la gente presente, al grido di "occupiamo tutto", ha continuato a protestare esponendo diversi striscioni e cartelli con la scritta "Basta sfratti, moratoria subito".

Dopo alcuni istanti di tensione con le forze dell'ordine, una delegazione ha incontrato il presidente della VI sezione. "Il presidente del Tribunale ha preso l'impegno di esprimersi nei confronti della politica per chiedere una moratoria degli sfratti" hanno spiegato i movimenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I movimenti 'assediano' il Tribunale civile: "Basta sfratti"
RomaToday è in caricamento