rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico / Via delle Carine

Lotta Studentesca, protesta al Liceo Cavour: striscioni e fumogeni contro Letta

All'indomani della decisione dell'Ue di tenere a Roma il prossimo summit sulla disoccupazione giovanile, prosegue la mobilitazione di LS nei licei romani. Oggi al liceo Cavour 40 manifestanti protestano: "Disoccupazione giovanile, piaga sociale del Paese"

"E' il segno che l'Europa ha finalmente messo la lotta alla disoccupazione giovanile al centro delle sue preoccupazioni". Queste le parole che il Presidente del Consiglio Enrico Letta ha utilizzato al termine del secondo vertice sull'occupazione giovanile tenutosi ieri a Parigi, in cui ha ottenuto il via libera dei partner europei per l'organizzazione del prossimo summit a Roma. "Una grande occasione per il nostro Paese" secondo il premier, che confida nella risoluzione dell' "incubo" che al momento attanaglia più di 6 milioni di europei.

Obiettivo giovani, dunque. Peccato però che gli stessi giovani di cui si parla tanto nei salotti europei non mostrino lo stesso entusiasmo verso l'iniziativa. Non è una caso, infatti, che Lotta Stedentesca abbia organizzato nella giornata di oggi una manifestazione contro la decisione presa ieri dai leader europei.

"Abbiamo deciso di scendere in piazza per ribadire agli studenti di non farsi ingannare dagli annunci e dai proclami che il governo Letta lancia a cadenza periodica sul tema della disoccupazione giovanile" dichiara Andrea di Cosimo, responsabile di Lotta Studentesca. "La disoccupazione degli under 25 è al 40%" continua, "siamo il quarto paese con il tasso più alto di giovani disoccupati in Europa e la piaga è diventata cosi scottante da non poter più essere ignorata neanche dalla classe politica. Tuttavia scelte come quelle di tenere a Roma il prossimo summit sulla disoccupazione sono solamente palliativi per salvare la faccia, proprio come i fondi stanziati dall'UE e dal governo che servono a finanziare le imprese ma non contribuiscono all'assunzione di un solo giovane disoccupato".

La manifestazione, che ha interessato il liceo scientifico statale "C. Cavour", ha coinvolto circa quaranta militanti di Lotta Studentesca che, con striscioni al seguito, protestano non solo contro la classe politica in carica, rea di "aver condannato i giovani ad un avvenire di precarietà" ma anche contro "quelle leggi e quelle riforme che hanno precarizzato il lavoro e cancellato ogni tutela reale a favore del lavoratore". Tra queste, la legge Biagi del 2003, secondo cui avrebbe "fallito completamente!"

Irremovibili, i militanti di Lotta Studentesca continueranno con la loro protesta tanto che, conclude di Cosimo, "già dai prossimi giorni ci attiveremo per coinvolgere sempre più studenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta Studentesca, protesta al Liceo Cavour: striscioni e fumogeni contro Letta

RomaToday è in caricamento