Cronaca Centro Storico

Protesta Beni Culturali: chiusi il Pantheon, Galleria Barberini e Gnam

Assemblea dei lavoratori del Mibac davanti alla sede del ministero, in via del Collegio Romano. Diversi i siti inaccessibili ai turisti, 'salvato' il Colosseo

La protesta dei lavoratori dei Beni Culturali chiude di nuovo siti archeologici e musei. A causa di un'assemblea in via del Collegio Romano, davanti alla sede del Ministero per i Beni e le attività culturali, diversi siti sono rimasti inaccessibili ai turisti. Tra questi il Pantheon, Castel Sant'Angelo, la Gnam (la Galleria di Arte Moderna) e la Galleria Barberini. Salvato invece il Colosseo dove le visite sono regolari.

La manifestazione di oggi rimane nel corso della “mobilitazione nazionale” riferisce il coordinatore Uilpa-Bac del Lazio, Franco Taschini che spiega come siti dell'area archeologica centrale sono stati esentati dalla mobilitazione per non creare i problemi sollevati nei giorni scorsi quando invece la serrata aveva interessato il Colosseo.

Non è bastato quindi lo sblocco dei finanziamenti per gli straordinari arretrati messo in campo nei giorni scorsi dal ministro Bray. Come conferma Fiorella Puglia, della FpCgil Roma e Lazio, “stiamo davanti al ministero dei Beni culturali in attesa dell'incontro con il ministro Bray, previsto per l'8 luglio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta Beni Culturali: chiusi il Pantheon, Galleria Barberini e Gnam

RomaToday è in caricamento