Cronaca

Sesso a pagamento: chiusi due locali, tre persone arrestate

Si tratta di un 65enne e dei suoi due figli di 40 e 34 anni. Le spogliarelliste che si esibivano all'interno dei locali notturni, erano anche solite offrire e prestarsi a rapporti sessuali a pagamento

Due locali chiusi e tre persone arrestate. E' questo il bilancio di un'operazione dei carabinieri del nucleo investigativo di Roma che hanno scoperto un giro di prostituzione all'interno di due noti locali notturni della Capitale.

A finire in manette tre romani: un uomo di 65 anni e i suoi due figli di 40 e 34 anni. Per loro l'accusa è di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione.

Nel corso dell'operazione sono stati anche chiusi e sequestrati due noti locali notturni della Capitale, gestiti dai tre arrestati al cui interno veniva svolta l'attività di prostituzione.

Le indagini effettuate dai militari di via in Selci hanno infatti consentito di riscontrare che le spogliarelliste che si esibivano all'interno dei citati locali notturni, erano anche solite offrire e prestarsi a rapporti sessuali a pagamento, appartandosi con i clienti all'interno dei “prive'', camerini destinati ufficialmente allo svolgimento di balli erotici personalizzati in favore di singoli clienti del locale.

Il compenso per le prestazioni sessuali delle spogliarelliste, tutte straniere, veniva in parte incassato dai gestori del locale e in parte destinato alle donne; la misura cautelare è stata anche notificata ad una donna di origine romena, dipendente dei tre arrestati, la quale gestiva l'attività delle spogliarelliste. A tale donna è stata applicata la misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso a pagamento: chiusi due locali, tre persone arrestate

RomaToday è in caricamento