Cronaca Esquilino / Piazza di Porta Maggiore

Porta Maggiore tra 'lucciole’ e degrado: “Intollerabile a pochi passi dal centro”

Un lettore ci segnala la situazione di degrado in piazza di Porta Maggiore. La verifica sul posto, le foto e le testimonianze

Un angolo di Mura Aureliane ‘assediato’ da lucciole e bivacco. A qualunque ora si passi, a piedi o con un mezzo, all’incrocio tra viale Castrense e via Casilina Vecchia, o ci sono loro o i "resti" della notte.  Fanno avanti e indietro in cerca di clienti da portare nel vicino cantiere. A segnalarci il quadretto poco felice è un lettore che abita proprio lì, agli inizi della Casilina e che, tutti i giorni, aspetta il 571 alla fermata. E a dire il vero lo aspetta con un certo disagio visto il clima che si respira.

SEGNALAZIONE - "Appena cala il sole, il che avvicinandosi all’inverno può voler dire anche alle 5 del pomeriggio, spuntano le ragazze e da lì inizia lo scempio. Portano i clienti nei ponteggi del cantiere per il restauro delle mura. Siamo a pochi passi dal centro storico, in un piazza storica romana con beni archeologici e artistici di inestimabile valore. Ma com’è possibile che venga tollerato tutto questo?”. Così il nostro lettore attonito lancia l’allarme degrado sfidando chiunque a passare in mezzo, o anche solo di lato, allo spiazzo. “Non si può camminare lì con un passeggino, un bambino per mano, ma neanche da soli. Io ho paura ogni volta che ci passo”.

VERIFICA - Ci siamo recati sul posto per verificare quanto denunciato e l’atmosfera che si respira a pochi metri dalla fermata del bus è all'incirca quella descritta. Sono le 19 e 30, è già buio ma il traffico è ancora intenso. L'area è abbandonata al degrado soprattutto nei pressi dei ponteggi del cantiere che nascondono bene gli incontri furtivi. Poi il via vai delle ragazze, qualcuna che cammina ‘classicamente’ sul ciglio della strada cercando di adescare clienti. Nessuna, a dire il vero, in abiti appariscenti se non per qualche pancia scoperta, sempre sopra jeans attillatissimi, ma senza tacchi vertiginosi. Insomma, un piccolo giro di prostituzione alla luce del sole che i residenti non tollerano più. Sempre nella stessa zona, a pochi metri dai ponteggi, staziona una roulotte di senza tetto regolarmente censita.

TESTIMONIANZE -Qualche volante ogni tanto interviene arresta qualche ragazza ma poi tanto il giro si riforma” ci racconta un cittadino residente nella zona. “E’ una situazione insopportabile, intorno a questo cantiere si sta formando un vero e proprio regno di bivacco e degrado”. Sì perché il problema a quanto pare non starebbe solo nelle lucciole ma anche in un altro genere di frequentatori: “Tossicodipendenti che si infilano regolarmente nel cantiere e si nascondono per drogarsi indisturbati”. In linea di massima ci viene confermata dai cittadini che vivono nei dintorni un’atmosfera di insicurezza e pericolo, quantomeno percepita. “Quando passi da lì tutti ti fissano come se tu non ci potessi stare o fossi tu, cittadino qualunque, l’intruso della situazione. Roba da matti”. Già, roba da periferia dimenticata e non certo da quasi centro storico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Maggiore tra 'lucciole’ e degrado: “Intollerabile a pochi passi dal centro”

RomaToday è in caricamento