Prostituta sulla Salaria a 17 anni ma con documenti da maggiorenne

La minorenne è stata denunciata per aver fornito false generalità ai carabinieri e poi accompagnata in un centro di accoglienza protetto

Immagine di repertorio

Prostituta sulla via Salaria a 17 anni. A scoprirla i carabinieri della Compagnia Roma Cassia durante un mirato servizio di contrasto al fenomeno dello sfruttamento della prostituzione, messo in atto questa notte nella zona Settebagni. La giovane, una ragazza romena 17enne appunto, è stata denunciata dai militari dell'Arma perchè, all’atto del controll,o ha esibito un documento che attestava la sua maggiore età. 

DOCUMENTO FALSO - Per evitare problemi, la ragazza, che in realtà ha 17 anni,  si era procurata o le avevano procurato un documento falso romeno con la sua foto ma con le generalità di un’altra persona maggiorenne. I militari, dopo un’attenta analisi del documento e dopo averne verificato la falsità mediante il confronto con il registro pubblico dei documenti d’identità dell’Unione Europea, hanno compiuto tutti gli accertamenti possibili per identificare la ragazza, che continuava a non collaborare fornendo le false generalità.

VISITA MEDICA ANTROPOMETRICA - Sottoposta a visita medica antropometrica, è risultata avere un’età presunta compresa tra i 16 ed i 18 anni. Vistasi oramai scoperta, la minore ha fornito le sue reali generalità e la sua effettiva data di nascita, dichiarandosi diciassettenne e confermando quanto gli esami medici avevano presunto. La ragazza ha però negato di essere sfruttata, rifiutandosi di fornire qualsiasi indicazione circa le modalità del suo arrivo in Italia e di come sia finita sulla strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CENTRO ACCOGLIENZA PROTETTO - I Carabinieri della Compagnia Roma Cassia hanno quindi proceduto ai sensi della normativa in vigore, denunciando la minore per il possesso del documento falso ma, allo stesso tempo, hanno attivato tutti i meccanismi di protezione, fornendole l’assistenza e le garanzie del caso. La ragazza è stata quindi accompagnata presso un centro di accoglienza protetto, per avviare un percorso di recupero insieme agli assistenti sociali. Le indagini dei militari dell’Arma proseguono per far luce sulla presenza di persone che possano avere sfruttato o costretto la minore a prostituirsi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

  • Centro commerciale Maximo, salta l'inaugurazione: le insegne sono coperte e sull'apertura cala il silenzio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento