menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Brucia una cassetta della frutta per scaldarsi: prostituta denunciata

La donna si trovava sulla via Cristoforo Colombo all'angolo con via dei Georgofili, è stata denunciata a piede libero dai poliziotti per rogo illecito di rifiuti

Aveva acceso un fuoco bruciando delle vecchie cassette della frutta per scaldarsi, e continuare a lavorare senza soffrire troppo il freddo della notte. La Polizia di Stato l'ha denunciata per combustione illecita di rifiuti. 

È successo a una prostituta di origini romena, impegnata ad aspettare dei clienti sulla via Colombo, angolo via dei Gergofili, all'altezza del quartiere Tor Marancia. 

La volante degli agenti si è fermata intorno alle 2 e 30 di questa notte e vedendo fiamme e fumo sulla strada, l'ha denunciata a piede libero, per un reato che nulla a che vedere con l'attività di meretricio (per la quale in Italia è punito solo lo sfruttamento) ma per delitti ambientali legati all'inquinamento. Gli articoli del codice penale applicati sono il 674 e 675 per gettito e collocamento di sostanze e cose pericolose per la salute pubblica e il 256 bis che punisce la combustione illegale di rifiuti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento