Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Prostituta 22enne si ribella ai suoi aguzzini: cinque arresti

Ha denunciato ai Carabinieri un gruppo di connazionali che la costringevano a prostituirsi. I cinque (due uomini e tre donne) sono stati arrestati dalle forze dell'ordine

Alle prime luci dell’alba, i Carabinieri della Compagnia Roma Casilina hanno liberato dalla schiavitù una ragazza romena di 22 anni caduta nella trappola di alcuni connazionali che la costringevano a prostituirsi. Cinque i fermi (2 uomini e 3 donne) dei militari effettuati durante il blitz. La ragazza circa otto mesi fa era stata attirata in Italia con la solita promessa di un lavoro stabile e sicuro, ma una volta a destinazione è stata privata dei documenti, intimidita con minacce di morte e costretta a prostituirsi sulle strade della capitale. La 22enne veniva accompagnata sul “posto di lavoro” da uno dei due connazionali  (di 26 e 32 anni) e controllata durante l’attività, a turno, da altre tre ragazze che si prostituivano con lei nella zona.


Al termine della giornata la ragazza doveva consegnare i soldi guadagnati ai suoi aguzzini per non incorrere in punizioni severe. Stufa dei continui soprusi la giovane, ieri notte, ha provato a ribellarsi non consegnando l’incasso ma è stata malmenata dalle tre che la tenevano al ”guinzaglio” sulla strada. I Carabinieri avvisati dalla vittima, a seguito di indagini hanno individuato e fermato i 5 aguzzini. Dagli accertamenti è emerso che uno di loro dava disposizioni e gestiva le ragazze nonostante si trovasse già ristretto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio. I due uomini sono stati portati a Regina Coeli mentre le donne sono state condotte a Rebibbia. Dovranno rispondere a vario titolo di sfruttamento della prostituzione, estorsione e lesioni aggravate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituta 22enne si ribella ai suoi aguzzini: cinque arresti

RomaToday è in caricamento