Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Esquilino / Piazza di Porta Maggiore, 25

"C'è un foro di proiettile sul finestrino": il treno Termini-Centocelle torna al deposito. Si indaga

Indagini in corso della Polizia su un episodio avvenuto intorno alle 20:30 del 16 febbraio. Secondo una prima ricostruzione il fatto sarebbe avvenuto tra piazza di Porta Maggiore e Ponte Casilino

Immagine di repertorio

"C'è un foro di proiettile sul finestrino del treno Termini-Centocelle". E' questa la denuncia fatta da alcuni dipendenti Atac ieri 16 febbraio, intorno alla 20:30. Il treno, rientrato in deposito intorno alle 21:30 circa, presentava un buco all'altezza di un finestrino di uno dei vagoni. 

Sul posto, per verificare l'accaduto, si sono precipitati gli agenti di Polizia del Commissariato Prenestino e gli uomini della squadra Mobile. Secondo i primi riscontri il personale Atac si sarebbe accorto del foro tra piazza di Porta Maggiore e Ponte Casilino per poi, quindi, interrompere la corsa, far scendere i passeggeri e portare il treno a Centocelle. 

Le indagini della Polizia si muovono a 360 gradi. Nessun allarmismo, nè bossoli ritrovati lungo la tratta. Al momento si sta procedendo per determinare se quel foro sia stato effettivamente causato da un proiettile esploso da una pistola. Nessuna pista è esclusa.

Sulla vicenda è intervenuto Alessandro Neri, vicesegretario regionale della Faisa Confail: "Quello successo è un fatto gravissimo che mina, ancora da più, la sicurezza dei lavoratori. A tal proposito per il prossimo lunedì abbiamo organizzato un incontro al deposito della Termini-Centocelle-Giardinetti, a Centocelle, con il direttore alla sicurezza di Atac e il direttore dell'esercizio a cui parteciperanno i dipendenti. Speriamo si possa trovare un rimedio circa le problematica della tratta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"C'è un foro di proiettile sul finestrino": il treno Termini-Centocelle torna al deposito. Si indaga

RomaToday è in caricamento