rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Fiumicino

Professoressa aggredita e minacciata da una collega per delle fotocopie

L'intervento della polizia in un istituto superiore di Fiumicino

Aggredita, minacciata e spintonata da una collega davanti agli studenti: la colpa della professoressa? Aver fatto delle fotocopie da una stampante per uso personale nell'aula d'informatica di un istituto superiore di Fiumicino dove lavorano entrambe le docenti. I fatti lo scorso venerdì mattina, quando la vittima, una sessantenne, ha richiesto l'intervento della polizia per una accesa lite verbale con aggressione. Arrivati sul posto i poliziotti del locale commissariato hanno quindi ascoltato la donna. L'insegnante dopo essersi fatta visitare alla guardia medica del comune aeroportuale, si è recato negli uffici di polizia ed ha sporto denuncia. 

A raccontare l'accaduto alla polizia la stessa professoressa: "Mi ero rivolta ad una associazione per l'affidamento di un cucciolo da regalare a mia figlia disabile. Arrivata una mail avevo bisogno di stampare dei moduli e sono andata nell'aula di informatica a fare tre fotocopie". Proprio qui una collega, avrebbe però dato in escandescenza aggredendo e minacciando la docente. Nonostante le scuse rivolta, le stesse non sono bastate a placare l'ira della collega arrabbiata per aver visto la sessantenne stampare dei fogli per uso personale.

"Sembrava una furia - ha raccontato la professoressa alla polizia -. Ho sbagliato a fare un uso personale della stampante ma una reazione del genere non me l'aspettavo". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Professoressa aggredita e minacciata da una collega per delle fotocopie

RomaToday è in caricamento