rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Amianto al Velodromo: nuove carte e perizie nel processo

Ammesso il Codici come parte civile nel processo per il disastro colposo a seguito dell'abbattimento del Velodromo. In aula a luglio, con l'acquisizione di nuove carte e una nuova perizia tecnica portata

Il processo sul disastro colposo per l'abbattimento del velodromo all'Eur partirà il 13 luglio prossimo. Quest'oggi il Gup ha confermato il procedimento penale e lo porterà avanti.

Inoltre, il Codici è stato ammesso come parte civile. L'associazione dichiara: La questione risale ormai a qualche anno fa, esattamente al 24 luglio del 2008, giorno in cui fu minata l'intera zona circostante il velodromo per provocarne la distruzione. Le polemiche però insorgono solo qualche mese dopo, quando si venne a sapere che la demolizione della struttura non era stata eseguita valutando i rischi per la salute dei cittadini. L'esplosione aveva infatti prodotto una nube di polveri contenenti amianto estremamente dannosa per gli abitanti della zona".

"Siamo soddisfatti per l'ammissione della costituzione di Codici nel procedimento - ha commentato il segretario nazionale del Codici Ivano Giacomelli - auspichiamo che si giunga ad una verità e che i colpevoli del disastro siano adeguatamente puniti nell'interesse della salute dei cittadini".

Quindi si andrà in aula a luglio, con l'acquisizione di nuove carte e una nuova perizia tecnica portata avanti dall'avvocato della parte civile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto al Velodromo: nuove carte e perizie nel processo

RomaToday è in caricamento