Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca San Giovanni / Via Beata Maria de Mattias

Insulti alle donne e atti osceni davanti ai bambini: preso il maniaco di San Giovanni, sarà rimpatriato

Il 42enne è stato fermato dai Carabinieri lo scorso 3 marzo, in strada, poi portato a Brindisi per il rimpatrio

È stato bloccato, fatto salire in auto e accompagnato a Brindisi dovrà sarà rimpatriato. È finito l'incubo dei residenti della zona di San Giovani e dell'Appio Latino.

Lui, 42enne lettone, da mesi molestava donne e anziani, anche con aggressioni fisiche, a tal punto che alcuni avevano formato una chat su Whatsapp per avvisarsi l’uno con l’altro. Prima a San Giovanni, poi si era spostato all’Appio.

La situazione era degenerata fino alle molestie a sfondo sessuale, aveva raccontato Barbara a RomaToday: "Mia figlia di 12 anni era a passeggio in compagnia di un'amichetta. Stavano portando in giro il cane. Quell'uomo si è avvicinato, si è spogliato e si è masturbato davanti a lavoro che sono così tornate a casa sotto choc".

Sul maniaco, un clochard, pendeva un allontanamento a carico del Prefetto, anche a seguito delle numerose denunce dei cittadini. Il 3 marzo scorso i Carabinieri di San Giovanni sono passati all’azione e lo hanno bloccato in via Beata Maria de Mattias. I tre militari lo hanno portato presso l’Ufficio Immigrazione di Roma.

Qui il 42enne ha tentato una strenua resistenza ma è stato nuovamente fermato e bloccato. Così è stato portato in auto dai carabinieri presso di cento di Permanenza Temporaneo di Brindisi da dove sarà rimpatriato. Per buona pace dei residenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti alle donne e atti osceni davanti ai bambini: preso il maniaco di San Giovanni, sarà rimpatriato

RomaToday è in caricamento