Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

"Pregiudicato fugge dall'auto dei carabinieri mentre entra in carcere"

Si.P.Pe.: "La fuga è avvenuta in un'area di competenza del carcere"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Caccia tra le campagne di Velletri di Omar Lahbim, pregiudicato marocchino che ieri intorno alle ore 16 era fuggito a piedi con le manette ai polsi dalla gazzella dei carabinieri mentre lo stavano portando nel carcere di Velletri.

Era stato arrestato dai carabinieri della stazione di Tor San Lorenzo (Ardea) per maltrattamenti alla giovane moglie romena nella zona delle Salzare. Processato per direttissima al Tribunale di Velletri, l'uomo di 34 anni doveva essere tradotto in carcere dai carabinieri che lo scortavano. Giunti al cancello del penitenziario di Velletri il soggetto è riuscito ad aprire lo sportello posteriore fuggendo tra le campagne. I militari hanno cercato di raggiungerlo senza però riuscire a bloccarlo.

E' quindi iniziata la caccia all'uomo, con militari, elicotteri, unità cinofile e reparti speciali dei carabinieri. Le ricerche sono ancora in atto presso tutta la zona circostante e sul litorale romano dove l'uomo risiede.

Non è chiaro come sia potuto fuggire da un auto delle forze dell'ordine, dichiara il segretario generale del Si.P.Pe. Alessandro De Pasquale, le auto in dotazione alle forze dell'ordine hanno le sicure bloccate dall'interno e dall'esterno quando c'è un detenuto a bordo ed esiste un protocollo proprio per evitare situazioni simili.

La fuga oltretutto è avvenuta in un'area di competenza del carcere dove, come più volte denunciato dal SIPPE, Sindacato Polizia Penitenziaria, il livello di sicurezza sarebbe insufficiente, specie nelle ore notturne dove l'area sarebbe scarsamente illuminata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pregiudicato fugge dall'auto dei carabinieri mentre entra in carcere"

RomaToday è in caricamento