rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Pomezia

Pomezia, abusi edilizi: sequestrati immobili per 90 milioni di euro

Le unità immobiliari sequestrate dalla guardia di finanza sono 421. Denunciati 16 imprenditori e sei tra funzionari e dirigenti comunali. L'accusa è di aver utilizzato le concessioni per “servizi” per costruire abitazioni

La Guardia di Finanza ha portato a termine in mattinata un'importante operazione contro l'abusivismo edilizio. L'operazione ha portato al sequestro preventivo di immobili per 90 milioni di euro, per un totale di 421 unità immobiliari per complessivi 30mila metri quadrati di superficie. Sedici gli imprenditori denunciati per abusi edilizi e sei tra funzionari e dirigenti comunali indagati per abuso d'ufficio a Pomezia.

I caschi verdi di Pomezia hanno avviato l'indagine info-investigativa  nel gennaio 2008 nei confronti di una società costruttrice, già nota perché i soci erano coinvolti in altro procedimento penale per violazioni di natura penale-tributaria.

La società in questione nel 2005 aveva ottenuto una concessione edilizia per la realizzazione di un fabbricato con destinazione “a servizi” a Pomezia, via Laurentina. Però, invece, di realizzare quanto autorizzato i responsabili dell'impresa si proposero di realizzare appartamenti per abitazioni.

Le indagini disposte dal sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Velletri Giuseppe Travaglino, hanno confermato che erano stati realizzati appartamenti messi in vendita per civile abitazione e non fabbricati destinati a “servizi”.

Di qui la scelta del sequestro preventivo avendo accertato, per alcuni immobili, irregolarità nell'iter per il rilascio delle concessioni edilizie, e difformità nella realizzazione dei fabbricati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pomezia, abusi edilizi: sequestrati immobili per 90 milioni di euro

RomaToday è in caricamento