Polizia stradale di Tivoli: il Coisp è contrario al trasferimento di sede

"Il Distaccamento Polizia Stradale, da oltre 60 anni, costituisce un punto di riferimento per la città di Tivoli"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Il COISP, in data odierna ha tenuto una partecipata assemblea sindacale presso il Distaccamento Polizia Stradale di Tivoli con all'ordine del giorno il paventato trasferimento della Polizia Stradale da Tivoli a Villalba di Guidonia.
Nel corso dell'assemblea è emerso l'atteggiamento arrogante dell'Amministrazione che solo da pochi giorni ha avuto il coraggio di comunicare, peraltro verbalmente, la volontà di voler trasferire il predetto Ufficio di Polizia da Tivoli a Villalba di Guidonia, malgrado la notizia circolasse da diversi mesi creando non poca incertezza e confusione tra gli operatori del settore.
Il ventilato trasferimento di sede ipotizzato senza tener conto dei disagi che subirebbe il personale residente nelle zone limitrofe al Comune di Tivoli, comporterebbe un considerevole aumento dei tempi per raggiungere il luogo di lavoro.
La struttura di Villalba risulta difficile da raggiungere anche per i cittadini, perché non servita adeguatamente dai mezzi pubblici come invece risulta essere l'attuale sede che può contare sulla vicinanza alla stazione ferroviaria e alle linee di autobus.
Inoltre la sede di Villalba, a differenza dell'attuale, non dispone di alloggio di servizio per il comandante, né di posti letto necessari a far fronte alle esigenze dei colleghi che ne usufruiscono soprattutto nei mesi invernali quando, specialmente dopo i turni serali o notturni, raggiungere le proprie abitazioni, poste anche a decine di chilometri dalla sede di servizio, risulta proibitivo a causa del ghiaccio che si forma sulle strade.
Il Distaccamento Polizia Stradale, da oltre 60 anni, costituisce un punto di riferimento per la città di Tivoli e per la sicurezza stradale di un territorio molto vasto, motivo per cui l'Amministrazione, prima di assumere autonome iniziative, dovrebbe tener conto delle esigenze legate al territorio e all'impatto che queste potrebbero avere sul personale della Polizia di Stato e sui fruitori della sicurezza ovvero i cittadini.
Il COISP, alla luce di quanto emerso e qualora l'Amministrazione non dovesse osservare gli obblighi previsti dal DPR 164/2002 in ordine a "provvedimenti di massima riguardanti l'organizzazione degli uffici e l'organizzazione del lavoro", non esiterà a porre in essere tutte le attività costituzionalmente previste atte ad assicurare la serenità del personale, la funzionalità degli uffici e l'operatività di una importante specialità della Polizia di Stato posta a presidio della sicurezza dei cittadini.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento