rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Guidonia Montecelio / Via della Selciatella

Una pistola rubata nel carico di rifiuti speciali trasportati illegalmente

La scoperta da parte dei carabinieri forestali in via della Selciatella a Guidonia

Cinque svuota cantine denunciati e multati ed una pistola con matricola abrasa sequestrata. E' il bilancio di una serie di controlli messi in atto dai carabinieri forestali di Ciciliano e Guidonia Montecelio con l'ausilio delle guardie ecologiche Fedra in servizio di controllo in via della Selciatella, a Guidonia. 

In particolare sono stati due cittadini romeni - residenti in provincia di Roma - ad essere denunciati per recupero e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi. I due - di 42 e 54 anni - sono stati fermati a bordo di una Opel Meriava all'interno della quale i militari hanno trovato due lavandini d'acciaio, tubi e rubinetteria e due lavandini d'acciaio. All'interno del carico ferroso poi la scoperta: una pistola calibro 9 senza matricola. I due trasportatori, che viaggiavano su un veicolo non iscritto all'albo dei gestori ambientali, è stato sequestrato, così come l'arma con la coppia denunciata per porto abusivo di arma da fuoco e trasporto abusivo di parti di pistola.

Controlli in via della Selciatella che hanno portato anche alla denuncia di altre tre persone, scoperte in due differenti controlli sempre in via della Selciatella. Nel primo caso ed essere denunciati sono stati due romani di 53 e 29 anni fermati a bordo di un furgone Ford - di proprietà del 53enne - all'interno del quale sono stati trovati e sequestrati rifiuti ferrosi privo di documentazione attestante la provenienza, tra cui il cofano di un’auto, 8 traverse anteriori, un ammortizzatore e un semiasse con residui di grasso.

Anche in questo caso il veicolo è risultato non iscritto all’albo dei gestori ambientali necessario per il trasporto di rifiuti speciali pericolosi e non, per cui è stato sequestrato e i due italiani sono stati denunciati per trasporto e gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

Infine, ad essere denunciato sempre per lo stesso illecito è stato un 56enne residente a Monterotondo, sorpreso sempre nella strada secondaria del comune della provincia nord est della Capitale alla guida di un furgone all'interno del quale sono stati trovati e sequestrati  7 scambiatori di caldaia in rame, 8 termosifoni in alluminio, 4 radiatori in alluminio, una busta piena di tubi di rame e una con ottone e rame. Anche in questo caso l'autocarro non era iscritto all’albo dei gestori ambientali e il carico era privo di documentazione attestante la provenienza dei rifiuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una pistola rubata nel carico di rifiuti speciali trasportati illegalmente

RomaToday è in caricamento