Fiumicino: hostess americana con una pistola nel bagaglio a mano

Nel trolley anche 40 colpi, di cui 5 già esplosi. La donna era a Roma nei giorni delle gambizzazioni. Indagini della polizia

Aveva una pistola nel suo bagaglio. Per questo una hostess americana di circa 60 anni è stata arrestata ieri dagli agenti della Polizia di Frontiera all'aeroporto di Fiumicino. L'hostess, in servizio ieri mattina su un volo della US Airways da Roma a Charlotte, è stata trovata in possesso di una pistola a tamburo, modello 'Sig Sauer' calibro 40, smontata e riposta all'interno del bagaglio a mano in cui erano sparsi anche una quarantina di colpi, di cui 5 già esplosi.

GAMBIZZAZIONI A ROMA - Un particolare questo che ha già attivato specifiche indagini anche da parte degli agenti della Polizia di Frontiera coordinati dal dirigente della V Zona Antonio Del Greco, perchè l'hostess ha soggiornato a Roma nei giorni in cui nella Capitale si sono verificati una serie di fatti delittuosi. Al rinvenimento dell'arma, secondo quanto si è appreso, si è giunti durante i controlli di sicurezza a cui vengono sottoposti gli equipaggi.

PISTOLA SIG SAUER - Poco prima di sottoporsi alle ispezioni di rito, la donna, di cui si conoscono le iniziali J.J., è stata vista compiere strani movimenti all'interno del suo bagaglio a mano. Questo ha pertanto insospettito gli agenti addetti ai controlli di sicurezza, che hanno così potuto scoprire la pistola 'Sig Sauer' calibro 40, trovata smontata, e la quarantina di colpi, di cui 5 già esplosi, sparsi dentro il trolley.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PORTATA DAGLI USA - Alle domande degli inquirenti, l'hostess ha risposto che l'arma l'aveva portata a Roma dagli Stati Uniti dove, stando al suo racconto, i controlli sugli equipaggi in partenza vengono fatti a campione. Arrestata per porto d'arma abusivo, l'hostess è stata quindi trasferita nel carcere di Civitavecchia. Sarà a questo punto proprio la Procura della Repubblica di Civitavecchia, che ha aperto un'indagine, a cercar di far luce sulla vicenda e sui motivi per i quali la donna avesse con sè una pistola, seppur smontata. Da chiarire poi, attraverso appositi esami, quando quei colpi siano stati esplosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento