Cronaca Spinaceto / Via Nazareno Strampelli

Colti ad appiccare in incendi, in manette due piromani

In manette un 57enne e un 41enne presi rispettivamente sulla Colombo (altezza piazzale Navigatori) e a Spinaceto. Il primo ci aveva provato a gennaio alla Caffarella

Ancora piromani in manette nella Capitale. A finire in manette un 57enne e un 41enne colti ad appiccare incendi in due diversi punti della città.

SULLA COLOMBO - Il primo a finire in manette è stato romano di 57 anni. Ad avvisare gli agenti una telefonata al “113”, che ha riferito di un uomo che si stava allontanando sulla via Cristoforo Colombo dopo aver appiccato il fuoco a delle sterpaglie accumulate nelle adiacenze di piazza dei Navigatori.

La dettagliata descrizione della persona (indosssava una camicia rosa e un gilet mimetico tipo militare) ha permesso ad una pattuglia del Reparto Volanti e ad una del Commissariato Colombo, giunte in pochi istanti sul posto, di individuare subito l’uomo e di bloccarlo, mentre il principio di incendio veniva spento da alcuni passanti prima che potesse raggiungere dimensioni pericolose. Riconosciuto dai testimoni, da un successivo controllo è stato trovato in possesso di 3 accendini.  Condotto negli Uffici del Commissariato è stato arrestato per tentato incendio doloso.

RECIDIVO - Secondo quanto comunicato dai carabinieri l'uomo non è nuovo a simili episodi. Dai successivi accertamenti effettuati, infatti, è emerso che nel gennaio scorso era stato pizzicato e denunciato dalla Polizia dopo aver appiccato il fuoco ad un box informazioni all’interno del parco della Caffarella.

SPINACETO - Altro arresto, sempre nel primo pomeriggio, a Spinaceto. Ad avvisare dell’incendio, questa volta, i Vigili del Fuoco che, già presenti sul posto nelle adiacenze di via Nazareno Strampelli, hanno avvisato la Sala Operativa della Questura dell’imminente pericolo dovuto alla vicinanza delle fiamme ad una tenuta e ad un maneggio. Giunta sul posto, la pattuglia del Commissariato Spinaceto ha subito individuato un uomo, indicato da alcune persone presenti come il responsabile delle fiamme.


La persona, subito fermata, con precedenti di polizia per danneggiamento e violazione della normativa sugli stupefacenti, ha ammesso di aver appiccato il fuoco, all’interno del suo campo agricolo, giustificando il suo gesto con la presunta necessità di eliminare le sterpaglie per “scoprire” e riparare un filo elettrico. L’incendio, che aveva assunto dimensioni pericolose, ha richiesto oltre un’ora di lavoro dei  Vigili del Fuoco. La persona fermata è un italiano di 41 anni Eal termine degli accertamenti è stata arrestata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colti ad appiccare in incendi, in manette due piromani

RomaToday è in caricamento