Cronaca Trullo / Via Pitigliano

Picchiato dagli "zozzoni" che scaricano calcinacci in strada, identificati gli aggressori

Le violenze domenica sera al Trullo. A scagliarsi contro il 58enne padre e figlio

Sono padre e figlio i due "zozzoni' che domenica scorsa hanno picchiato e costretto alle cure dell'ospedale un uomo di 58 anni. La sua colpa? Averli rimproverati e ripresi con il telefono cellulare dopo averli visti scaricare dei calcinacci abusivamente in strada al Trullo. A distanza di meno di una settimana sono stati i carabineiri a dare un nome ed un volto alla coppia di violenti, padre e figlio, cittadini romani di 28 e 52 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, che dovranno rispondere di lesioni personali in concorso, rapina aggravata in concorso e danneggiamento. 

Le indagini dei Carabinieri della Stazione Roma Trullo sono partite a seguito dalle denuncia sporta dalla vittima, un romano di 58 anni, aggredito dalla coppia che stava gettando materiali di risulta in via Pitigliano.  

Secondo quanto dichiarato in denuncia, l’uomo, (poi costretto alle cure dell'ospedale San Camillo con una prognosi di 5 giorni) vedendo gli “zozzoni” buttare i calcinacci in strada, li ha rimproverati riprendendoli con il cellulare e loro per tutta risposta lo avrebbero aggredito, strappandogli dalle mani il telefonino per poi scagliarlo a terra dalla loro auto in corsa, mandandolo in frantumi.

I Carabinieri, sulla base delle indicazioni rese nella denuncia dal 58enne, in pochi giorni hanno identificato la coppia di aggressori ritenuta responsabile del vile gesto, inviando una dettagliata informativa alla Procura della Repubblica di Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiato dagli "zozzoni" che scaricano calcinacci in strada, identificati gli aggressori

RomaToday è in caricamento